rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Il Piacenza trova i gol dalla panchina: Caravaggio superato 2-0. Kernezo spacca il match, Marquez lo chiude

Biancorossi poco brillanti per oltre metà gara, poi i cambi decisivi. Kernezo sblocca al terzo tentativo, nel finale gran giocata di Bassanini che apre al rigore del Facu. Piace che si riporta a -4 dalla vetta. Mercoledì si torna in campo nella tana della Tritium. Nel treno di testa vincono tutte

San Rocco Trasporti Banner

Il Piacenza pesca dalla panchina il preziosissimo gol di Kernezo (e il rigore di Marquez nel finale) che permette ai biancorossi di trovare la chiave di un match che iniziava a diventare davvero complicato, perché il Caravaggio visto al Garilli è vero che fa pochino, ma gioca comunque con ordine sfruttando un pizzico di stanchezza che sembra emergere nei biancorossi. Poco male, Kernezo entra nella ripresa, spacca una partita completamente bloccata e permette al Piace di rimanere nella scia della battistrada Caldiero Terme (+4).
Il Piacenza non vince una bella partita o meglio, non è come le ultime, però a centrocampo le assenze di Andreoli e Gerbaudo iniziano a farsi sentire, tuttavia l’importante era vincere perché mercoledì si torna in campo (nella tana della Tritium) e domenica prossima sempre al Garilli c’è il big match contro il Desenzano. Insomma, con 4 punti da recuperare la truppa di Rossini non poteva perdere ulteriore terreno e sebbene vinca senza brillare ha comunque dimostrato di essere matura, di saper fare di necessità virtù e portare a casa la classica partita “sporca”. Rimane un altro segnale di maturità della squadra che ha imparato a vincere in modi diversi.

Leggi qui il film della partita azione dopo azione

Leggi qui risultati e classifica della 24esima giornata

Rossini recupera tutti e quindi si gioca la formazione standard, con D’Agostino a far coppia davanti con Recino, Iob e Artioli vanno sugli esterni in difesa e c’è anche Bassanini a sinistra con Zini a destra. I primi 20’ scivolano via al piccolo trotto, l’unica occasione rilevante è una giocata di D’Agostino (dopo 120 secondi) che annusa Pennesi fuori dai pali e da centrocampo ci prova di prima intenzione ma centra la traversa. Nel giro di mezz’ora il Piacenza non rischia più di tanto, però il fatto di avere la coppia centrale Silva-Somma ammonita è sintomatico di come il pomeriggio possa riservare delle sorprese. I biancorossi non trovano la chiave nei primi 45’, Bassanini non viene praticamente mai innescato (in quella zona il Caravaggio controlla bene anche Artioli), dall’altra parte Zini va a strappi mentre D’Agostino (in più attivo) trova poco appoggio in Corradi e Tourè. Il risultato è un primo tempo in cui il Piacenza vivacchia, spende poco, rischia meno ma non riesce nemmeno a creare una pressione importante. Serve ben altro agli emiliani per sbloccare il tabellino.

In avvio di ripresa ci sono un po’ gli stessi problemi, il Piace aumenta pressione e giri, però fatica a far male a un Caravaggio molto ordinato. Rossini cerca più intensità con Kernezo (56’) al posto di Zini, proprio il neoentrato ha subito la palla giusta in area, flipper con sfera che arriva sui piedi di Recino all’altezza del rigore, ma trova solo un corner. Un tiro-cross di Galdoune scheggia la traversa (62’), a centrocampo (63’) entra Russo per Tourè, che si piazza al fianco di Corradi. Il Piace prova a crescere, Recino prima tocca male in area e poi spara alto sul corner di D’Ago: ancora Kernezo (70’) ci prova in diagonale senza fortuna. Al 72’ il Piacenza passa: Corradi scappa a sinistra, crossa in area, D'Agoatino allunga di testa sul secondo palo (Recino apre lo spazio col fisico) dove c'è Kernezo che stoppa, controlla e poi con una bordata infila Pennesi. Senza dubbio Kernezo ha aperto il match dei biancorossi. Rossini nell’ultimo quarto d’ora si gioca Napoletano e Marquez (fuori Iob e Recino) per risparmiare forze, la squadra inserisce il pilota automatico fino all’87’ quando Bassanini con uno slalom in area si procura un rigore: Marquez non sbaglia e chiude un match più sofferto del previsto.

Piacenza-Caravaggio 2-0
Primo tempo 0-0

Piacenza (4-4-2) - Maianti; Iob (29’ st Napoletano), Silva, Somma, Artioli; Zini (11’ st Kernezo), Corradi, Tourè (17’ st Russo), Bassanini; D’Agostino (44’ st Del Dotto), Recino (31’ st Marquez). A disposizione: Galletti, Ndoye, Calegari, Badouin. All.: Rossini.

Caravaggio: Pennesi, De Felice, Ippolito, Lacchini, Bertoni, Bettinelli, Fornari (39’ st Gramignoli), Bolis (22’ pt Galdoune), Doumbia (41’ st Fadigati), Doria (32’ st Atti), Pilenga (15’ st Menegatti). A disposizione: Gallo, Cacciatori, De Felice, Zanoni. All.: Terletti.

Arbitro: Galiffi di Alghero (Minutoli di Messina e Galluzzo di Locri)

Reti: 26’ st Kernezo, 44’ st rig. Marquez

Note - Spettatori: 1638 (di cui 1249 abbonati). Ammoniti: Silva, Lacchini, Somma, Corradi. Corner: 11-3. Recuperi: 2’ pt, 5’ st

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza trova i gol dalla panchina: Caravaggio superato 2-0. Kernezo spacca il match, Marquez lo chiude

SportPiacenza è in caricamento