menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Piacenza strappa il pari contro il Livorno. Ora testa ai playoff: venerdì arriva la Giana Erminio

Vantaggio porta avanti il Livorno due volte, ma Pesenti e Corazza riprendono sempre il risultato e la gara si chiude 2-2. Biancorossi che si confermano in ottava posizione. Primo turno playoff al Garilli in gara unica: i lombardi costretti a vincere nei 90'

Pareggio doveva essere e pareggio è stato. Piacenza e Livorno scelgono di non farsi male, i toscani - già in Serie B - girano al minimo sindacale sbloccando due volte con Vantaggiato, più per errori dei biancorossi (Mora e Lanzano), mentre il Piacenza riacciuffa sempre il pareggio prima con Pesenti e poi con Corazza, si prende il punto che serviva per l’8a posizione e si garantisce così il primo turno dei playoff (venerdì 11 maggio gara unica) al Garilli contro la bestia nera Giana Erminio. La nota positiva del pomeriggio è il rientro di Taugourdeau che sarà un’arma preziosa negli spareggi promozione.

PIACENZA RIVOLUZIONATO
Franzini lascia in panchina Fumagalli (la diffida si azzera per i playoff ma non le squalifiche) e sceglie Lanzano tra i pali, a centrocampo c’è la moria (Corradi e Morosini out, Della Latta squalificato) e quindi si rivede Taugourdeau, il francese alla fine ha deciso di non operarsi all’ernia inguinale ed è tornato a disposizione. Per il resto c’è Di Molfetta in mediana, davanti Corazza in appoggio a Pesenti e la difesa a tre. Livorno invece già in vacanza ma con la formazione non troppo stravolta, davanti il tridente Doumbia, Murilo e Maiorino a supporto del terminale Vantaggiato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento