rotate-mobile
Piacenza Calcio

Il Piacenza spinge un tempo, poi si addormenta e la Juventus trova il pareggio

Termina 1-1 il recupero di campionato tra biancorossi e bianconeri. Emiliani che giocano un gran primo tempo ma sprecano troppe palle gol e sbloccano con Corbari. Nella ripresa arriva il pari di De Winter, poi è sofferenza ma Pratelli salva il risultato

C’è poco da fare: oggi il Piacenza è questo e il pareggio è il massimo che può prendersi. E’ un peccato perché i biancorossi giocano la solita partita dai due volti, bene un tempo ma poi si spegne la luce. Gli emiliani c’è da dire che danno un gran ritmo ai primi 45’ in cui si evidenzia, se mai ce ne fosse ancora bisogno, la mancanza di uomo d’area. Questo rimane un grave errore nell’economia della squadra.
Il Piacenza costruisce almeno cinque occasioni, altrettante situazioni pericolose e calcia dieci corner in un tempo. Il risultato è un solo gol, questa volta con Corbari quindi dal centrocampo, e la solita dormitona (Pratelli) che rischia di costare il pareggio. Ci si aspetta una ripresa con altrettanta intensità ma la difesa regge solo sessanta secondi: Marchi si perde De Winter sul corner e la Juventus centra il pareggio. Il resto sono due squadre che si affrontano piuttosto lunghe ma la palla del match ce l’ha ripetutamente la Juventus, che ne sbaglia un paio clamorose, altrettante le salva Pratelli e quindi, a conti fatti, il pareggio risulta giusto. Il pubblico comunque apprezza lo sforzo o, quantomeno, non fischia come domenica contro la Giana. Piacenza che sale a quota 10 punti in classifica, sempre in piena zona playout e domenica si va in casa della Pro Vercelli.

Leggi qui la cronaca della partita azione dopo azione

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza spinge un tempo, poi si addormenta e la Juventus trova il pareggio

SportPiacenza è in caricamento