Venerdì, 19 Luglio 2024
Piacenza Calcio

Il Piacenza si aggrappa al ritorno di Cristiano Scazzola

La sconfitta col San Giuliano costa la panchin a Manuel Scalise che viene esonerato dopo un mese di campionato con decisione unanime tra proprietà e dirigenza. L'ex Scazzola è ancora sotto contratto e sarà richiamato in panchina

Tutte cose che si scontrano con una Serie C che chiede solidità, ritmo, fisicità, semplicità e cinismo se si punta a una salvezza. Adesso torna Cristiano Scazzola che già nel gennaio 2021 riuscì a compiere un autentico miracolo prendendo il Piacenza da penultimo in classifica e portarlo, in un girone di ritorno, fin sulle soglie dei playoff. Quella volta, il cambio di prospettiva, viaggiava a braccetto con il calciomercato di gennaio che rivoluzionò totalmente la rosa. Questa volta è diverso, di mezzo ci sono ottobre, novembre e dicembre. Scazzola dovrà trovare presto una quadra e non sarà facile perché in difesa si ritrova senza i suoi caporali (Tafa e Marchi) e con un Nava che è a mezzo servizio, un Cosenza spesso squalificato, un Suljic alle prese con un infortunio di almeno due-tre settimane e un attacco che al momento si regge solo sulle invenzioni di Cesarini. Il tempo c’è, la classifica è corta, tutto sta nel vedere come si navigherà fino al mercato di gennaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza si aggrappa al ritorno di Cristiano Scazzola
SportPiacenza è in caricamento