rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Piacenza Calcio

Il Piacenza mastica amaro, due pali nel finale gli negano la vittoria. Contro la Virtus Verona finisce 1-1

Partita dai due volti per i biancorossi che soffrono nel primo tempo ma rispondono con Rossetti alla rete di Danti. Nella ripresa la squadra di Scalise cresce e meriterebbe anche il gol: in una sola azione Cesarini centra la traversa e Lamesta il palo

banner rmcQuesta volta c’è molto amaro in bocca perché il Piacenza non solo rimanda l’appuntamento con la prima vittoria in campionato ma lascia per strada tre punti che, in fondo, avrebbe anche meritato. Con la Virtus si chiude 1-1, grida però vendetta quel doppio legno centrato in un’unica azione a 5’ dalla fine: Cesarini stampa la traversa, la palla arriva a Lamesta che timbra il palo da fuori area. Con un pizzico di fortuna in più avremmo raccontato un sabato sera diverso.
Piacenza che gioca una partita dai due volti, troppo timido e come al solito impacciato nei primi 45’ quando la Virtus fa quello che vuole con Hallfredsson a comandare le operazioni. I veneti piazzano la bandierina nella metacampo emiliana, sbloccano meritatamente con Danti e subiscono il pareggio di Rossetti solo a causa di un erroraccio del portiere Sibi.
Nella ripresa la musica è totalmente diversa, il Piacenza prende coraggio sotto le folate di Frosinini, Vianni e anche Munari cresce. La Virtus pian piano si spegne, Palazzolo e Nelli prendono in mano la regia e Cesarini catalizza la manovra davanti. Nel finale il massimo sforzo non produce la prima vittoria in campionato, arriva comunque un punto. Martedì si torna di nuovo al Garilli, alle 21 c’è la FeralpiSalò.

Leggi qui la partita azione dopo azione

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza mastica amaro, due pali nel finale gli negano la vittoria. Contro la Virtus Verona finisce 1-1

SportPiacenza è in caricamento