menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza di Morosini e Scaccabarozzi dopo il vantaggio (foto Andrea Trongone)

L'esultanza di Morosini e Scaccabarozzi dopo il vantaggio (foto Andrea Trongone)

Il Piacenza batte l'Arzachena (2-1) facendo il pieno di punti e fiducia

Botta e risposta tra Morosini e Curcio dal dischetto nel primo tempo. Nella ripresa decide la rete di Romero. Seconda vittoria consecutiva per i biancorossi

Il Piacenza massimizza che meglio non poteva il doppio turno in casa, batte anche l’Arzachena e si ritrova a 7 punti - uno in più della passata stagione dopo la quinta giornata - vedendo svanire di colpo (quasi) tutte le problematiche mostrate nelle prime due domeniche. E’ corretto dire che l’impressione è quella di una squadra che ancora fatica in mediana, tuttavia è altrettanto doveroso dire che i tre di centrocampo questa volta hanno fatto vedere molte giocate interessanti. Della Latta ha fornito la sua miglior prestazione da quando è in biancorosso - ma ci sono ancora troppi palloni persi - anche Scaccabarozzi (assist per la seconda rete) pian piano sta mollando gli ormeggi, mentre Morosini, Masciangelo e Di Cecco sono ormai tre garanzie. Davanti si registra la seconda rete consecutiva di Romero e dietro, sebbene i tre centrali a volte rischiano di prendere delle imbarcate, Fumagalli è quasi spettatore non pagante (molto è dovuto all’imprecisione degli ospiti).
Insomma il Piacenza migliora di settimana in settimana, ora però è atteso dal primo esame di maturità domenica prossima in casa della Lucchese per capire quanto questa squadra sia in grado di crescere.

DISCESA
La sorpresa di giornata è l’impiego di Nobile - dopo tre panchine consecutive - nella formazione di partenza, il giocatore riprende il suo posto al fianco di Romero, per il resto confermato il 3-4-2-1 che sette giorni fa aveva superato l’Arezzo con la variante legata a Scaccabarozzi che si alza sulla linea della trequarti.
Il Piacenza prende in mano le operazioni fin da subito e dopo 10’ Sbardella, ingenuamente, stende Morosini in piena area; rigore che lo stesso centrocampista non sbaglia aprendo di fatto la gara (1-0) ma da sottolineare è la bella azione sull’asse Della Latta-Masciangelo. Al 15’ ancora Della Latta in manovra: profondità di prima intenzione per Nobile che brucia il marcatore ma si fa deviare la conclusione in angolo. Al 33’ brivido anche per gli emiliani: la punizione di Curcio deviata dalla barriera costringe Fumagalli al colpo di reni per spedire la palla in corner. Bella combinazione prima del riposo tra Di Cecco e Scaccabarozzi, cross perfetto del centrocampista per Masciangelo che di testa impegna Ruzittu.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento