menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fotoservizio Galli-Spreafico-5

Fotoservizio Galli-Spreafico-5

Il Piacenza alza bandiera bianca, l'Este passeggia 4-1

Il Piacenza alza bandiera bianca nell'ultimo turno del girone di andata e al termine di un post partita piuttosto movimentato, con un centinaio di tifosi a protestare fuori dai cancelli, viene deciso l'esonero di Francesco Monaco, esattamente come...

Il Piacenza alza bandiera bianca nell'ultimo turno del girone di andata e al termine di un post partita piuttosto movimentato, con un centinaio di tifosi a protestare fuori dai cancelli, viene deciso l'esonero di Francesco Monaco, esattamente come un anno fa - nella prima domenica del 2014 - era stato esonerato Venturato. All'attuale tecnico è fatale il pesante kappaò interno contro l'Este, che passeggia al Garilli vincendo 4 a 1 e chiudendo di fatto il campionato dei biancorossi che scivolano a -12 dalla vetta. Là davanti vincono tutte, tranne il Piacenza vittima di una giornataccia del portiere Ferrari, su cui pesano due gravi errori in occasione del primo rigore e del terzo gol, e della sfortuna che si accanisce non poco contro gli emiliani.

AL TAPPETO - Colicchio non recupera e costringe Monaco alla coppia centrale Di Maio-Ruffini, la vera novità però - oltre che al ritorno al 4-2-3-1 - è a centrocampo con l'esordio di Montanari (Compiani è infortunato e Mauri squalificato) dal primo minuto insieme a Tarantino, in attacco Volpe, Minasola e Lisi a supporto di Bertazzoli. L'Este invece deve rinunciare a Bonazzoli e schiera Rondon e Beghetto davanti. Bastano una manciata di minuti per mandare al tappeto il Piacenza, vittima questa volta degli errori dei singoli e della sfortuna. Prima Ferrari sbaglia clamorosamente una facile uscita, travolge Rubbo e il rigore ci sta tutto: Beghetto firma il vantaggio. Gli emiliani sono storditi nonostante il buon avvio e così l'Este, aiutato dalla dea bendata, trova il raddoppio al termine di un'azione rocambolesca: Rondon tira da distanza siderale, la palla rimbalza sulla schiena di Ruffini e ne esce un perfetto assist per Turea che in spaccata trova il raddoppio (0-2).

REAZIONE - Al 29' Lisi scappa sulla sinistra, palla in area per Bertazzoli che si lavora benissimo il difensore guadagnandosi un rigore: lo stesso attaccante dal dischetto si fa ipnotizzare da Lorello. Il Piacenza cresce di giri, l'errore di Ferrari e il colpo di iella sul raddoppio sono il motivo dei due gol dell'Este, ma la giornata è di quelle che iniziano storte e finiscono peggio e così al 37' la frittata è fatta: cross velenoso di Beghetto (ha un sinistro incredibile questo giovane classe '94), Ferrari inspiegabilmente si tuffa per respingere coi pugni, la palla carambola addosso a Di Maio e poi in rete: 0-3. Il Piacenza carica a testa bassa, Bertazzoli sfiora il gol, Montanari e Tarantino chiamano Lorello al lavoro extra e infine ci prova senza fortuna anche Lisi. Si va al riposo sul 3-0 per l'Este e con il Piacenza che colleziona dieci corner, dato magari fine a se stesso ma che la dice lunga sull'andamento della partita.

RIPRESA - Il secondo tempo si apre con Saber in campo al posto di Lisi, biancorossi che giocano dunque con un fuori quota in più ma la rimonta appare sempre più difficile. Il Piacenza prova a giocare e a tratti ci riesce meglio dell'Este, i veneti però non hanno alcun interesse a spingere e vivono solamente sulle ripartenze. I ritmi inevitabilmente si abbassano, Volpe è l'unico a non ammainare la bandiera e Monaco toglie Montanari per Tiboni. La cronaca dal campo racconta poco o nulla, la partita si trascina stancamente alla fine ma all'82' c'è il tempo per la quarta rete dell'Este con Rubbo, liberissimo di staccare sugli sviluppi di un corner mentre a tempo ampiamente scaduto Tiboni segna la rete della bandiera. Le big di testa vincono tutte tranne il Piacenza, che scivola a -12 dal Rimini e dice definitivamente addio alla flebile speranza di rimanere in corsa per un posto in vetta.

PIACENZA-ESTE: 1-4
Primo tempo: 0-3


Piacenza: Ferrari, Zagnoni, Adiansi, Di Maio, Ruffini, Tarantino, Montanari (17' st Tiboni), Volpe, Minasola, Lisi (1' st Saber), Bertazzoli (33' st Girometta). A disposizione: Cabrini, Battistotti, Cigognini, Corso, Orlandi, Delfanti. All.: Monaco.
Este: Lorello, Favaro, Scotton, Tessari, Bagatini, Beghin, Turea (39' st Fyda), Rubbo (45' st Mario), Coraini (15' st Zoppelletto), Rondon, Beghetto. A disposizione: Corsato, Gal, Bicalho, Leli, Piva, Bernardelle. All.: Zattarin.
Arbitro: Zingarelli di Siena (assistenti La Rosa di Firenze e Garzelli di Livorno)

Reti: 13' pt rig. Beghetto, 14' pt Turea, 37' pt aut. Di Maio, 37' st Rubbo, 48' st Tiboni
Note - Al 29' pt Lorello para un rigore a Bertazzoli. Giornata soleggiata, campo in perfette condizioni di gioco. Ammoniti: 13' pt Ferrari, 15' pt Tarantino, 20' pt Scotton, 44' pt Tessari, 4' st Bagatini, 8' st Zagnoni, 21' st Zoppelletto, 34' st Ruffini. Tiri: 7-8. Corner: 13-6. Recuperi: 1' pt, 3' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento