rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Piacenza Calcio

Il mondo Piacenza Calcio sconvolto: ci lascia Davide Reboli, storico capo ultras della Curva Nord

Figura di spicco, unica, nel mondo curvaiolo piacentino era a capo degli ultras biancorossi fin dagli anni '90

E’ un giorno di sole, caldo, tipico primaverile. Una buona giornata, volendo, fino al momento in cui il nostro mondo - quello che qui a sportpiacenza.it chiamiamo il “condominio biancorosso” - non viene sconvolto da quella che è la notizia più brutta da dover dare. E’ morto Davide Reboli (53 anni), storico capo ultras della curva Nord Piacenza. Nel 2018, in autunno, mancò il fratello Marco che della curva biancorossa ne era il fondatore, Davide è stato l’anima del tifo piacentino fin dagli anni ’90. 

Davide Reboli, per 20 anni ha fatto cantare i ragazzi della Curva (foto LaBatusa)

Davide era ben più di un totem, Davide era il rappresentate di un mondo ultras che quasi non c’è più. Domenica era sulle tribune a Lecco per assistere alla vittoria del Piacenza, dopo un lungo periodo in cui non era più entrato allo stadio perché in disaccordo con la regola imposta dal Governo che non permetteva la capienza al 100% negli stadi. “O tutti o nessuno” diceva. Caduta la regola si era presentato regolarmente perché il Piacenza era la sua vita. Sempre presente in ogni singolo stadio d’Italia, da San Siro a San Polo d’Enza quando ci fu il fallimento e la ripartenza dai dilettanti dell’Eccellenza.

Figura oltremodo conosciuta in ogni singolo angolo d’Italia, stimato e rispettato in tutte le curve d’Italia. Lui e suo fratello Marco, scomparso nel 2018, sono stati i fieri rappresentati della Piacenza curvaiola per più di 30 anni. Adesso ci ha detto addio per sempre anche lui, lasciando un vuoto incolmabile dentro tutti noi ancora sconvolti da una notizia a cui sinceramente abbiamo fatto fatica a credere per diversi minuti. Ci lascia come detto un “totem” di questa città, una delle figure più conosciute e di maggior rilievo nel panorama ultra degli ultimi 35 anni.

Buon viaggio Davide, che la terre ti sia lieve e ora il lavoro non è finito perché da oggi sarai il lancia cori della curva paradiso biancorossa. Salutaci i fratelli.

Tutta la redazione di sportpiacenza.it porge le più sentite condoglianze alla famiglia Reboli.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mondo Piacenza Calcio sconvolto: ci lascia Davide Reboli, storico capo ultras della Curva Nord

SportPiacenza è in caricamento