Questo sito contribuisce all'audience di

Il gesto delle "orecchie" di Pesenti e l'ira di Gatti. Il difensore Cherubin: «Max ha capito di aver esagerato»

La provocazione dell'ex attaccante, che aveva già fatto una cosa simile lo scorso anno quando segnò al Piacenza col Pisa, ha scatenato Stefano Gatti che in sala stampa l'ha definito: «Un animale che merita di non giocare più».

L'esultanza polemica di Max Pesenti (foto Trongone)

Il gesto di Pesenti - l’esultanza sotto la Tribuna mimando il gesto delle orecchie al chiaro indirizzo del presidente onorario del Piacenza, Stefano Gatti - ha scatenato nel post gara contro il Padova l’ira del dirigente biancorosso che non ha usato mezzi termini per rispondere a Pesenti. «È una cosa indescrivibile», ha tuonato Gatti senza mai nominare l’attaccante che fino allo scorso gennaio vestiva la maglia del Piacenza, «se avessi sotto contratto un personaggio del genere lo caccerei immediatamente. Il suo è stato un gesto antisportivo. È un animale. Che cosa ha fatto di male il Piacenza a Pesenti? Per me queste persone non dovrebbero giocare al calcio». Dopodiché, uscendo dalla sala conferenze, ed entrando nella saletta delle televisioni dove stava venendo intervistato Salvatore Sullo, il tecnico del Padova, il presidente onorario ha urlato in modo colorito che «il Padova dovrebbe chiedere scusa per il gesto del suo giocatore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un gesto che era nell’aria visto che lungo la settimana lo stesso Max Pesenti, in un’intervista ai giornali locali, aveva chiaramente detto: «Con il Piacenza non ci siamo lasciati bene». L’attaccante fu scaricato la passata stagione all’apertura del mercato invernale, al suo posto arrivò Franco Ferrari che trascinò il Piacenza a un soffio dalla Serie B a suon di gol. Un gesto che rimane tuttavia stucchevole e fuori luogo perché lo stesso Pesenti aveva mimato le “orecchie” a Stefano Gatti già nella passata stagione quando segnò al Piacenza con la maglia del Pisa. Stefano Gatti ha chiesto le scuse del Padova Calcia che arrivano parzialmente dalle parole del difensore Nicola Cherubin: «Posso capire il nervosismo di Pesenti ma come gli ho già detto nel dopo gara secondo me è andato un po’ oltre e anche lui l’ha capito» - ha detto nelle interviste in sala stampa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento