rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Piacenza Calcio

Francesco Cosenza: «Piacenza ama le sfide, siamo con i piedi per terra ma puntiamo ai play-off»

Il difensore biancorosso a Supernews: «Contro il Legnago sfida difficilissima»

Nell’intervista rilasciata a Supernews il difensore biancorosso si é soffermato sul percorso della sua squadra e sugli obiettivi stagionali prefissati. L’ex giocatore del Lecce, che con i giallorossi vanta la vittoria di due campionati, ha inoltre parlato delle passate esperienze calcistiche e ha eletto la squadra di Serie A che più gli sembra esprimere il miglior calcio in questa stagione.

Francesco, iniziamo dalla fine: Piacenza. Come é nata la scelta di voler intraprendere questa nuova avventura in questo club? Cosa ti ha spinto a rimetterti in gioco?

«Sicuramente il fatto di aver ritrovato il mio allenatore, colui che mi ha guidato anche con l’Alessandria, ma la differenza l’ha fatta il blasone e l’importanza di una piazza come Piacenza. Mi hanno voluto e mi sono sentito onorato, dal momento che venivo da 4 mesi in cui ero fuori lista con l’Alessandria. Questo mi ha dato grandi stimoli»

Martedì scorso il Piacenza ha battuto la Virtus Verona per 1 a 0, e adesso vi ritrovate noni nel girone A di Serie C a quota 29 punti. Potreste ambire ai primi posti della classifica? Quale obiettivo vi siete posti per questa stagione?

«C’è molto da lavorare, perché siamo una squadra molto giovane e non possiamo fare voli pindarici. La classifica é molto corta, e alla base ci deve sempre essere l’umiltà della squadra che deve lottare per raggiungere il massimo. L’obiettivo che ci siamo prefissati é quello di migliorare rispetto allo scorso anno, in cui il Piacenza ha raggiunto una grandissima salvezza nel rush finale di stagione. Quest’anno, quindi, puntiamo ad un grande risultato, siamo un gruppo che ama le sfide: saremo felici se il risultato sarà quello di disputare i play-off, ma non dobbiamo dimenticare che si tratta di un campionato molto difficile e che dobbiamo lavorare ancora tantissimo»

Il 5 febbraio giocherete in trasferta contro il Legnago Salus. Sarà la partita giusta per macinare altri preziosi punti e scalare ancora la classifica? Che gara dobbiamo aspettarci?

«Ormai tutte le partite sono battaglie, perché il livello é abbastanza equilibrato, ad eccezione di Sudtirol e Padova che hanno qualcosa in più delle altre squadre. Tuttavia, anche lo stesso Padova ha faticato a vincere contro la Pergolettese, e ciò conferma quanto sia un campionato complesso. La nostra é una categoria in cui i giovani fanno la differenza, e questo comporta alti e bassi in ogni match. Contro il Legnago ci aspetterà una partita difficile, forse la più difficile, perché sulla carta ci danno per favoriti, ma é proprio questo l’errore da evitare. Dobbiamo essere una squadra umile, con la voglia costante di migliorarsi, e non dobbiamo sottovalutare in alcun modo l’avversario, perché il Legnago Salus ha delle pedine importanti. Molto dipenderà dal nostro atteggiamento»

Quale squadra ti sta stupendo maggiormente in Serie B?

«Il Cittadella, che ogni anno riesce sempre a confermarsi, a stare sempre sul pezzo e a rimodellarsi con giovani interessanti, ma anche la neopromossa Ternana, poi Perugia e Brescia. Mi aspettavo qualcosa in più da Parma e Spal, perché erano state costruite per vincere, e invece ora dovranno faticare fino alla fine, perché quando ti trovi così in basso é sempre più difficile recuperare nel girone di ritorno».

La squadra di Serie A che più ti piace per il calcio che sta esprimendo?

«Devo dire l’Inter, sta esprimendo un grande calcio. Da milanista, purtroppo, bisogna dare merito ai nerazzurri, anche se il gioco del Milan mi sta piacendo molto».

ARTICOLO COMPLETO E FONTE, clicca qui

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Cosenza: «Piacenza ama le sfide, siamo con i piedi per terra ma puntiamo ai play-off»

SportPiacenza è in caricamento