Venerdì, 19 Luglio 2024
Piacenza Calcio

Forza Piacenza, contro la Pro Patria senza paura e senza fare conti. Oltre 400 i tifosi al seguito

Domenica a Busto Arsizio (ore 14.30) la partita più importante della stagione per i biancorossi che cercano di rientrare nella corsa playout. Out Nava e Rinaldi, Abbate squalificato. Il vice Curioni: «Stiamo bene, siamo fiduciosi e i tifosi sono la nostra benzina»

Saranno oltre 400 i cuori biancorossi che domenica (ore 14.30) si muoveranno verso Busto Arsizio per affiancare il Piacenza in quella che è la partita più importante dell’anno, perché i giochi potrebbero chiudersi o riaprirsi inaspettatamente. Quello dei calcoli è un puro esercizio di stile, ne bastano due per inquadrare l’importanza del penultimo match della stagione: se il Piacenza dovesse perdere contro la Pro Patria e la Triestina vincere col San Giuliano allora i biancorossi sarebbero aritmeticamente retrocessi (l’arrivo a pari punti con l’Albinoleffe premierebbe i lombardi per la differenza reti complessiva). Viceversa la squadra di Abbate potrebbe anche piazzare il sorpasso in classifica e agganciare i playout se i risultati dovessero essere positivi (basterebbe il successo e il pareggio della Triestina), questo a testimonianza di come gli emiliani domenica dovranno giocare senza badare troppo ai conti, quelli si faranno nel tardo pomeriggio.
E torniamo quindi al campo: Cosenza, Zanandrea, Accardi e Morra rientrano dalle squalifiche, probabile il forfait di Nava (problemi al ginocchio) e Rinaldi, per il resto la squadra scalpita con Plescia in testa, galvanizzato dopo il gol da tre punti di sabato scorso. Abbate sarà squalificato, a guidare l’undici biancorosso ci sarà il vice Curioni affiancato dal ds tuttofare Luca Matteassi.

QUI PIACENZA
«Certo che non dobbiamo fare calcoli - spiega Curioni alla vigilia della partita - siamo a un’altra partita da dentro o fuori e che dobbiamo provare a vincere a tutti i costi per tenere accesa la speranza degli spareggi. Nelle ultime settimana abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato sul campo, tuttavia ci teniamo le prestazioni positive e la consapevolezza che dobbiamo giocare semplice, con attenzione al possesso palla, determinati e soprattutto compatti in difesa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Piacenza, contro la Pro Patria senza paura e senza fare conti. Oltre 400 i tifosi al seguito
SportPiacenza è in caricamento