Questo sito contribuisce all'audience di

Ex Piacenza, quanti elogi per Rastelli e Caccia

Quanto Piacenza in Serie A. Di ex biancorossi che hanno scritto pagine di storia nella società di via Gorra ce ne sono parecchi, anche nella massima serie italiana, ma in questa stagione ne stanno emergendo davvero molti e con ottimi risultati...

Massimo Rastelli ai tempi del Piacenza
Quanto Piacenza in Serie A. Di ex biancorossi che hanno scritto pagine di storia nella società di via Gorra ce ne sono parecchi, anche nella massima serie italiana, ma in questa stagione ne stanno emergendo davvero molti e con ottimi risultati. C’è il Sassuolo dei miracoli allenato da Eusebio Di Francesco, realtà sempre più solida in Italia e piacevole scoperta in Europa League, ma oggi a balzare agli onori della cronaca c’è il Cagliari dell’ex Massimo Rastelli che domenica scorsa, in un San Siro bollente per il “caso Icardi”, ha superato l’Inter. La Gazzetta delle Sport in edicola oggi (martedì 18 aprile) dedica proprio un’intervista a Rastelli che ricorda una trasferta a Milano da giocatore con la maglia del Piacenza. Alla domanda - a San Siro qual è il flash da calciatore? - il tecnico dei sardi risponde così: «Inter-Piacenza, 1997/98: la gara dopo Juve-Inter col rigore non dato per il fallo di Iuliano su Ronaldo. Loro dovevano vincere. Era la terzultima, dovevamo salvarci. Giocammo chiusi in area, Sereni parò l’impossibile, Vierchowod fu grande su Ronaldo. Mi seguiva Colonnese e finì 0-0».
Il quotidiano sportivo inoltre dedica anche una bella analisi alla rinascita del Milan di Montella, che vincendo a Verona contro il Chievo si è portato al secondo posto e sabato sera i rossoneri sfidano proprio la Juve.
Nell’analisi il giornale si sofferma sulla crescita di Niang, sottolineando l’importante lavoro di Nicola Caccia, anche lui ex biancorosso che in Serie A col Piacenza ha segnato 34 reti, oggi collaboratore tecnico di Montella. «Posso crescere ancora molto - ha detto Niang nel post partita contro il Chievo Verona -, Nicola Caccia mi sta aiutando tanto e gli dedico il gol di sinistro perché gliel’avevo promesso».
C’è poi la Lazio di Simone Inzaghi e ovviamente la Juventus di Fabio Paratici, direttore sportivo dei bianconeri, entrambi piacentini doc. Inoltre Massimo Rastelli e Nicola Caccia si sono anche incrociati con la maglia biancorossa, nella stagione 2000/2001 in Serie B, annata che terminò con la promozione in Serie A (l’anno successivo Rastelli venne ceduto in autunno) sotto la guida di Novellino. In quella squadra c’era anche un giovanissimo Luca Matteassi, oggi capitano del Piacenza in Lega Pro.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento