Questo sito contribuisce all'audience di

De Paola: «Piacenza ingenuo». Pagelle e Video

E’ un De Paola che non si aggrappa agli episodi, non lo ha mai voluto fare da quando è sulla panchina biancorossa. Non lo ha fatto dopo il beffardo pareggio di Fiorenzuola. «Il nostro portiere non ha fatto neanche una...

De Paola: «Piacenza ingenuo». Pagelle e Video - 3




E’ un De Paola che non si aggrappa agli episodi, non lo ha mai voluto fare da quando è sulla panchina biancorossa. Non lo ha fatto dopo il beffardo pareggio di Fiorenzuola. «Il nostro portiere non ha fatto neanche una parata - attacca l’allenatore del Piacenza - però abbiamo subito due gol su un rigore che ci poteva stare e su un episodio. I ragazzi mi hanno detto c’era un fuorigioco evidente, ma quello che mi da fastidio è come è stato preso gol. Di Maio, in quella occasione, è rimasto a guardare la palla senza intervenire. Comunque sono cose che possono capitare, la prestazione secondo me c’è stata». Il tecnico tira le orecchie a Tiboni: «E’ stato un peccato aver perso Girometta e Ruffini dopo mezz’ora. Ho quindi inserito Tiboni che in settimana si era allenato bene, però mi aspettavo molto di più da lui. Si è schiacciato troppo e non ha difeso la palla. Purtroppo in questo momento il giocatore è questo e noi ci accontentiamo. Non possiamo dare la colpa a Tiboni per quello che è successo, comunque, ci siamo addormentati, ed è la seconda volta che succede, questo mi dovrà far pensare un po’».

Stefano Mauri, regista biancorosso, è amareggiato nell’analizzare il pareggio: «Ancora una volta abbiamo buttato via due punti dopo essere stati in vantaggio, è un peccato perché sarebbe potuto essere un risultato importante in chiave playoff. Come sto? La squadra è in salute e io mi sento bene , quando è così non si può che essere contenti».
Marcello Astorri

LE PAGELLE DI MARCELLO ASTORRI

Di Graci 6: fondamentalmente incolpevole su entrambi i gol subiti. Prima è solo ordinaria amministrazione.

Ruffini 6: finché rimane in campo gioca una buona gara, poi deve dare forfait prima della mezz’ora per un risentimento muscolare. Dal 28’ pt Di Maio 5,5: bene fino al gol del pari, dove ha qualche colpa per non essere intervenuto nel migliore dei modi su Franchi. Può succedere.

Cigognini 6: fa il suo senza strafare. In alcune occasioni, però, dovrebbe avere più personalità e farsi avanti per ricevere il pallone.

Corso 6: niente di particolare, però si piazza in mezzo al campo e dirige il traffico con buona qualità. I biancorossi, del resto, mantengono il possesso della palla per ampi tratti e lui ha i suoi meriti.

Tarantino 5: il rigore che provoca è ingenuo, perché nell’occasione potrebbe intervenire diversamente su Franchi che si è conquistato il penalty con mestiere. L’espulsione, inutile negarlo, ha pesato molto sul prosieguo della gara.

Colicchio 6,5: praticamente per tutta la partita è straordinario, puntuale come un orologio quando bisogno chiudere, cucire e far ripartire l’azione da dietro. Sul gol del pareggio, però, tutto il reparto centrale della difesa è posizionato male.

Saber 7: nel primo tempo è micidiale. Trova il gol con grande caparbietà, andando letteralmente a scippare il pallone a Guglieri con un pressing asfissiante. Cala un po’ alla distanza.

Mauri 6,5: prova a caricarsi la squadra sulle spalle anche nel momento di maggiore difficoltà. Gioca una gara giudiziosa e di qualità.

Girometta 6,5: poco più di mezz’ora in campo, ma effetto devastante sulla difesa del Fiorenzuola. Lotta, tiene palla, combatte su ogni pallone. Peccato per l’infortunio che, si spera, non sia niente di lungo. Dal 32’ Tiboni 5: spento, scarico, sembra quasi svogliato. Dovrebbe fare il centravanti ma si abbassa sempre troppo, con il risultato di far guadagnare metri al Fiorenzuola.

Orlandi 6,5: gioca una gara positiva. Sempre nel vivo del gioco. Bello il suggerimento per Lisi che però viene fermato dalla bandierina del guardalinee proprio di fronte a Comune. Dall’85’ Montanari s.v.

Lisi 6: spinge tanto e mette in mezzo qualche pallone interessante, soprattutto nella ripresa, ma in mezzo non trova alcun compagno pronto ad approfittarne.

All. De Paola 6: il cuore gli brucia perché è la seconda volta che il suo Piacenza si fa rimontare dopo essere stato avanti 0-2. Anche se lui stavolta non ha colpe, i cambi fatti erano inevitabili e l’esclusione di Volpe è dovuta a una scelta conservativa, dato che il capitano biancorosso aveva accusato un risentimento in settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Piacenza, cinque nuovi positivi. Il dg Scianò: «Situazione difficile, ci prendiamo 48-72 ore prima di decidere»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento