Martedì, 16 Luglio 2024
Piacenza Calcio

Cessione Piacenza - Sensazioni positive dopo il primo incontro informale della cordata piacentina

L'incontro è avvenuto nella serata di giovedì in Valtrebbia. A tirare le fila del discorso ci sono i due soci di minoranza dell'attuale società, Polenghi e Rigolli, insieme a loro un pool di imprenditori del territorio, ma alcuni si sono defilati. Si raffreddano la pista americana e quella svizzera

Occorre sottolineare come qualche figura si sia già sfilata dalla composizione iniziale, tuttavia questo è naturale che accada perché tra “l’ok” generale e il presentarsi davanti a un notaio per formalizzare quote, partecipazioni e pesi, potranno accadere altri scossoni. Rimane il fatto che la base c’è, da quanto raccolto la squadra che si sta allestendo è solida, seria e ben intenzionata a intraprendere una strada interessante. Questo non vuol dire che da domani il Piacenza cambierà totalmente le sue ambizioni, come non c’è ancora la certezza che l’accordo vada in porto: significa solo che il club avrà un futuro interessante da percorrere e gli attori coinvolti sono comunque mossi dalla finalità di chiudere positivamente questo capitolo.

Ora le bocce si fermano per una settimana, nel prossimo weekend è previsto il secondo step con la conta effettiva di “chi ci sta” e “chi non ci sta”. Per quanto riguarda gli investitori stranieri, che dovrebbero affiancare questo gruppo, rimane confermato il raffreddamento nella pista americana - che se entra, lo farà solo per sviluppare un progetto legato al settore giovanile - come si registra una frenata con l’italiano che ha interessi in Svizzera; anche qui si è in una fase di stand-by. In ogni è caso è confermato che non esistono piste che corrono parallele senza incontrarsi piuttosto, queste due figure straniere, se dovessero accettare una partecipazione lo farebbero affiancando il pool degli imprenditori piacentini. Non è da escludere, infine, che dentro ci rimanga anche l'attuale presidente Roberto Pighi, con un impegno inferiore rispetto a quello attuale. Pighi rappresenta comunque una eccellenza della impreditoria piacentina e in questi tre anni ha garantito serietà finaziaria e rigore nei conti del club. Insomma, anche lui sarebbe da non perdere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cessione Piacenza - Sensazioni positive dopo il primo incontro informale della cordata piacentina
SportPiacenza è in caricamento