rotate-mobile
Piacenza Calcio

Caso Pergolettese-Triestina: il Piacenza si aspetta entro venerdì una risposta sul blocco dei playout

Il club ha presentato ufficialmente istanza in Lega Pro e ricorso al Tribunale Federale, oggetto: sospensione dei playout previsti per sabato 6 e 13 maggio. E intanto il procedimento della Procura va avanti: a breve iniziano gli interrogatori dei presunti coinvolti

Istanza in Lega Pro e ricorso al Tribunale Federale, oggetto: sospensione dei playout previsti per sabato 6 e 13 maggio. E’ quanto chiesto dal Piacenza ufficialmente nella giornata di ieri e una risposta è attesa per la giornata di venerdì, circa 24 ore prima che prendano il via le partite.
In questa prima fase potrebbe arrivare lo stop - il condizionale rimane d’obbligo - ma non è chiaro per quanto possa durare una situazione simile: la Giustizia Sportiva prevede comunque tre gradi, se si aprisse il deferimento contro gli attori coinvolti in Pergolettese-Triestina si andrebbe minimo a fine a giugno, cioè fuori tempo massimo. E’ anche vero, tuttavia, che partire con i playout sabato quando c’è aperta un’indagine per un presunto illecito sportivo non è il massimo della coerenza. Quindi?
Al Piacenza non resta che aspettare, ben sapendo che le tempistiche non giocano a suo favore, ma sul piatto - come confermato dalla trasmissione SportItalia - c’è anche il fatto che il procedimento della Procura Federale è avviato e da quanto filtra sembra che già nelle prossime ore inizieranno gli interrogatori degli agenti federali almeno su sponda Pergolettese, poi si passerà alla Triestina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pergolettese-Triestina: il Piacenza si aspetta entro venerdì una risposta sul blocco dei playout

SportPiacenza è in caricamento