menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vicepresidente Roberto Pighi con il presidente Marco Gatti (foto Trongone)

Il vicepresidente Roberto Pighi con il presidente Marco Gatti (foto Trongone)

Calciomercato - Piacenza: si apre la caccia a un attaccante. Sulla lista anche Roberto Floriano

L'addio con Daniele Cacia apre di fatto la caccia a un nuovo centravanti. La lista è lunga, Baclet il più fattibile, Brunori e Ceter i sogni, Di Piazza è solo una suggestione ma all'elenco si aggiunge anche il giocatore del Bari. Giandonato e Forte verso il prestito

C’è poi la suggestione: si chiama Matteo Di Piazza, l’attaccante del Catania è un pezzo da novante e formerebbe una coppia da urlo con Paponi. Rimane sullo sfondo il nome di Ceter, passato in estate al Chievo, anche qui la trattativa in ogni caso non sarebbe facile, piace - e molto - sia al mister sia alla società. Il giovane Riccardo Forte (classe 1999), che fin qui ha collezionato sporadiche presenze a partite quasi terminate, potrebbe andare in prestito per trovare un maggior minutaggio.

Tuttavia rimane da precisare che il Piacenza dopo la rescissione con Daniele Cacia ha scelto di tirare il freno a mano per concentrarsi sulle prossime tre gare, le due di campionato contro SudTirol e Arzignano, quella di Coppa mercoledì 18 contro la Juventus U23, dopodiché alla pausa di Natale si tireranno le somme e si deciderà come intervenire sul mercato. Un attaccante va preso, questo è fuori discussione, rimane da capire se più una seconda punta da appoggio a Paponi o un centravanti con maggiori doti da finalizzatore e la scelta si baserà anche sulle indicazioni di Franzini: si prosegue col 3-5-2 o con 20 giorni di pausa si può provare ad impostare un diverso tema tattico? Nei prossimi giorni ci sarà l'assemblea dei soci e lì si capiranno meglio le linee guida del mercato di gennaio.

Si profila, infine, un altro addio. Si tratta di Manuel Giandonato, il regista arrivato in estate con il mandato di diventare il costruttore del gioco biancorosso non ha mai trovato le chiavi della regia e, complice l’esplosione di Marotta, è finito ben presto ai margini della formazione titolare. Addirittura se Cacia e Cattaneo hanno comunque trovato spazio tra settembre e novembre, Giandonato pian piano è scivolato indietro nelle gerarchie fino a diventare un’opzione solamente per la Coppa Italia mentre in campionato tra novembre e dicembre sta giocando solamente una manciata di minuti. Il Piacenza ha un accordo biennale col giocatore e difficilmente si arriverà a una cessione o a una rescissione, più probabile la via del prestito fino a giungo (poi si vedrà).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento