menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calciomercato Piacenza - Prima l'incontro con Scazzola, poi si penserà al resto. Chi va e chi resta

Con il giovane portiere Stucchi si sta trattando il rinnovo. La retrocessione della Pistoiese ha liberato Cesarini (era in prestito) e si può avviare una trattativa. Al momento la prima e unica cessione ufficiale è quella di Galazzi al Venezia. L'attacco è il reparto da rifondare

Giusto una settimana di meritata vacanza in casa Piacenza, dopodiché in via Gorra si inizierà a pensare e a costruire la prossima stagione 2021/2022. Pensare, perché al momento è presto per muoversi, la Serie C ha davanti un mese intero di playoff/playout e quindi risulta difficile, se non impossibile, sedersi al tavolo per delle trattative. Inoltre bisogna capire se ci sarà o no la riforma dei campionati e si saprà solo a fine giugno.
Costruire, perché nonostante i tempi prematuri il Piacenza ha già un buon pacchetto di giocatori, tutti con scadenza 2022 e oltre, dunque su questi si ragionerà partendo ovviamente dal centro del futuro: il tecnico.
Sull’accordo di Cristiano Scazzola non ci sono misteri, la salvezza raggiunta ha fatto scattare il rinnovo automatico, ma lo straordinario percorso del tecnico ha inevitabilmente acceso gli interessi anche di altri club e nel calciomercato liquido di oggi, si sa, i contratti valgono fino a un certo punto.

SI RIPARTE DA SCAZZOLA?
La risposta è “sì” ma con riserva. L’allenatore chiede un adeguamento del contratto stipulato lo scorso gennaio e soprattutto garanzie non tanto sull’allestimento della squadra, piuttosto sulla crescita di un percorso che punta a salire un gradino alla volta. La volontà sarebbe quella di alzare l’asticella delle ambizioni: quest’anno si è raggiunta una salvezza che a un certo punto sembrava lontana, l’intenzione del prossimo anno è quella di entrare stabilmente nella griglia playoff. Per farlo serviranno, oltre ad alcune riconferme che già ci sono, innesti mirati in alcuni reparti. In particolare è l’attacco che dovrà essere rifondato. Si cerca una prima punta di ruolo, poi occorrerà pensare a come intavolare una trattativa per il difensore Marchi. Il giocatore vorrebbe rimanere a Piacenza ma è in prestito dalla Reggina. Infine c’è la questione Corbari: è il leader della squadra, se parte (su di lui ci sono le attenzioni di Cittadella, Cremonese e Pisa) andrà sostituito con un elemento di livello in grado di assicurare gol (ne ha fatti 9) e carisma. Da capire anche l’evoluzione dell’accordo con Cesarini: il giocatore era in prestito dalla Pistoiese ma, essendo la squadra toscana retrocessa nei Dilettanti, il contratto si annulla e quindi risulta a tutti gli effetti libero e si può trattare fin da subito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento