Questo sito contribuisce all'audience di

Cacia: «Gioia indescrivibile» ma poi lancia una stoccata al presidente. Franzini: «Siamo in crescita»

L'attaccante in sala stampa: «Ringrazio compagni, staff tecnico, i tifosi e mi godo la serata con la mia famiglia». Alla domanda "e non ringrazia il presidente?" il centravanti risponde: «Mi fermo alla famiglia». Il tecnico: «Lui e Paponi presi per questi gol»

Daniele Cacia (foto Trongone)

Nuova Mazda CX-30-2Riavvolgiamo il nastro e per una volta partiamo dalla fine, dall’ultimo che arriva in sala stampa, Daniele Cacia. L’attaccante in un colpo solo ha trovato le sue giocate, quelle per cui è stato cercato e preso: gol da stropicciarsi gli occhi e assist da leccarsi i baffi per il 3-1 di Paponi.
Partiamo da lui e dalla stoccata che arriva subito nelle prime parole, l’indirizzo è chiaramente quello della proprietà anche se, a dir la verità, il nome del presidente Stefano Gatti non viene detto esplicitamente ma le parole non lasciano spazio ad interpretazioni diverse. «Il calcio è bello perché c’è chi lo fa e chi lo commenta. Ne ho sentite tante nelle ultime settimane, troppe. Mi godo questa serata con la mia famiglia, i miei compagni, lo staff tecnico; ringrazio il direttore sportivo e soprattutto i tifosi. Non so in quanti fossero stasera ma per me erano in 80mila, quando mi hanno incitato dopo il gol sbagliato, da dilettante aggiungo, mi veniva da piangere di rabbia perché sapevo di deluderli e loro mi stavano vicino».
A questo punto arriva la stoccata perché dalla sala stampa aggiungono: “E anche il presidente è da ringraziare”. Risposta: «Compagni, staff tecnico, tifosi e la mia famiglia». Ancora: “E il presidente”? Cacia: «E la mia famiglia, stop». Il giornalista per la terza volta chiede “e il presidente”? E l’attaccante per la terza volta chiude la frase: «E la mia famiglia, stop».
Insomma, più eloquente di così. Difficile dire che cosa abbia portato il giocatore a una risposta composta ma piccata, una situazione comunque che andrà risolta perché promette di lasciare strascichi di cui il Piacenza non ha bisogno ma che è incredibilmente specializzato a crearsi dal nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Un bel Piacenza strappa un punto prezioso sul campo del Como. Intensità e aggressività, ma l'attacco rimane a secco

Torna su
SportPiacenza è in caricamento