rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Quando il Piacenza giocava in Serie A: alcuni imperdibili ricordi

Dalle salvezze ottenute all'ultima giornata fino ai gol del capocannoniere Dario Hubner

Tra salvezze ottenute anche all’ultima giornata e Dario Hubner capocannoniere

Tutte le favole, in teoria, dovrebbero concludersi con il classico “e vissero felici e contenti”, e invece non è così, o almeno non è così nel caso del Piacenza Calcio 1919. Sì perché nel 2003 la bellissima favola biancorossa chiamata “Serie A” si concluse ufficialmente, lasciando il posto a racconti decisamente meno belli di vita sportiva vissuta prima in Serie B e poi in Serie C. Nello sport di squadra più spettacolare al mondo succede anche questo, come è normale che sia, per fortuna in questa sede ricorderemo i tempi che furono e non certo i tempi odierni. Pronti a fare con noi un breve ma intenso tuffo nel passato?

Un record indimenticabile a suon di goal

Oltre alle tante salvezze ottenute dal Piacenza anche all'ultima giornata – come quella della stagione 2000-2001 possibile grazie al 3 a 0 casalingo inflitto al Verona – non possiamo non ricordare le prestazioni del fortissimo bomber Dario Hubner con la maglia biancorossa, che nel 2001-2002 cinse la propria testa con la corona di capocannoniere della Serie A dopo aver segnato la bellezza di 24 goal. E di anni ne aveva già compiuti 35, dunque nel suo caso la vecchiaia ha sempre contato poco e nulla. E probabilmente, per assurdo, conterebbe poco anche oggi, considerando che con la sua classe potrebbe ancora gonfiare la rete, facendo la fortuna sia della sua squadra sia degli scommettitori che approfitterebbero dei più interessanti bonus del sito scommesse William Hill per fare la differenza. Ma questa ovviamente è solo una fantasia, figlia della poca parzialità per questo club che ha fatto nel suo piccolo la storia, e in più ha scritto interessanti pagine del libro del massimo campionato di calcio italiano.

Ottavi di Coppa Italia: una bella e “sana abitudine”

Palloni calcio-2

Il Piacenza di A non è stato solo una macchina da goal grazie soprattutto a Dario Hubner, quanto un habitué degli ottavi di finale di Coppa Italia, avendoli disputati nel 1997-1998, nel 1999-2000 e nelle ultime due stagioni prima della fatidica stagione 2002-2003, coincisa con la dolorosissima retrocessione in B. Un bel vanto per un club che, tra le altre cose, ha preso parte 8 volte al campionato di Serie A debuttando nel 1993-1994. Questo il passato, che andrebbe ricordato più spesso per farsi forza in vista del presente e in vista del futuro, che non sarà mai più così roseo come lo era quasi 20 anni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando il Piacenza giocava in Serie A: alcuni imperdibili ricordi

SportPiacenza è in caricamento