menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Pro Piacenza doma il Prato con Musetti e si affaccia sui play off

I rossoneri si prendono la terza vittoria consecutiva e conquistano la decima posizione in classifica in attesa di conoscere il risultato di Lucchese-Como

Il Pro Piacenza doma in scioltezza il Prato e allunga la sua striscia di vittorie - la terza consecutiva - grazie alla doppietta di Musetti nel primo tempo. La squadra di Monaco ha impensierito solo nello scorcio finale del primo tempo gli uomini di Pea, che ora conquistano il decimo posto virtuale in attesa di conoscere il risultato della Lucchese, impegnata domenica - ore 14.30 - in casa contro il Como. Un momento di forma scintillante per i rossoneri, capaci di confezionare azioni e gol d’autore forti di una consapevolezza dei propri mezzi ormai consolidata. Micidiale l’attaccante Musetti, ancora panni del profeta per Barba, autore di un assist da campione in occasione del secondo gol. Ma è tutta la compagine rossonera a godere di ottima salute, eccezion fatta per un paio di black out difensivi che avrebbero quanto meno potuto riportare in partita i toscani. 

TEGOLA PESENTI - Pea deve fare subito i conti con la tegola Pesenti, rientrato negli spogliatoi zoppicando al termine del riscaldamento e costretto a dare forfait per il riacutizzarsi di un fastidio alla caviglia. Al suo posto dal 1’ viene schierato Cassani. Monaco vuole osare e si presenta dall’inizio con 4 punte: Moncini davanti, Di Molfetta, Tavani e Piscitella a supporto. 

DOPPIETTA MUSETTI - Il Pro parte subito forte e dopo nemmeno 2’ costruisce la prima trama: Cassani raggiunge il fondo, mette in mezzo per Musetti il quale, con un tacco pretenzioso, recapita il pallone tra le braccia di Melgrati. E’ però solo l’antipasto, perché al minuto 7 Bazzoffia s’inventa un suggerimento illuminato per Musetti, tiro di controbalzo e palla al “sette”. Il Prato sbanda, non riesce a imbastire un’azione da rete degna di nota per molti minuti. Poi si sveglia di colpo, prima Ceccarelli (subentrato a Brondi, infortunato) obbliga Fumagalli alla parata in tuffo e quindi Danese inzucca un corner dalla destra impegnando severamente il portiere di casa. Non c’è niente da fare, però, quando Barba decide di fare Barba: break sulla trequarti difensiva, 30 metri palla al piede e palla in buca per Musetti che prima si fa respingere il tiro, poi timbra la doppietta sulla ribattuta. La prima frazione si conclude con un pallone favoloso di Ceccarelli che si deposita, proprio davanti a Fumagalli, sui piedi di Piscitella, ma è incredibile quello che l’esterno toscano riesce a gettare alle ortiche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento