menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra, il tecnico Arnaldo Franzini col presidente Domenico Scorsetti (foto Spreafico-Galli)

Da sinistra, il tecnico Arnaldo Franzini col presidente Domenico Scorsetti (foto Spreafico-Galli)

Pro Piacenza: lunedì l'iscrizione alla Lega Pro

E' tutto pronto per lo sbarco tra i professionisti del Pro Piacenza, che lunedì 30 giugno presenterà la domanda di iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro 2014/2015 e potrà così iniziare, dal primo luglio, a muovere ufficialmente i primi...

E' tutto pronto per lo sbarco tra i professionisti del Pro Piacenza, che lunedì 30 giugno presenterà la domanda di iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro 2014/2015 e potrà così iniziare, dal primo luglio, a muovere ufficialmente i primi passi nella terza serie nazionale. Un fatto decisamente non scontato visto che numerose società hanno delle difficoltà ad iscriversi e le ultime indiscrezioni parlano di ben otto club che rischiano di non passare il primo step di fine mese. Tutte voci ma il dato di fatto, ad oggi, è che solamente quindici società hanno dichiarato ufficialmente - tramite i rispettivi uffici stampa - di aver già presentato la documentazione e sono: Alessandria, Bassano Virtus, Casertana, Cosenza, Lumezzane, Lupa Roma, Messina, Pistoiese, Pontedera, Pordenone, Renate, San Marino, Spal, Teramo e Vigor Lamezia.

PENALIZZAZIONE - Il Pro Piacenza, come detto, presenterà lunedì mattina a Firenze la propria documentazione, nonostante sul club penda una pesantissima penalizzazione di 8 punti da scontare nella prossima stagione per il "caso Santi". Una sentenza che ha complicato - non poco - i piani del club rossonero che ha perso anche il ricorso alla Corte di Giustizia Federale e adesso attende la pronuncia del Tnas che ha accettato la richiesta del Pro Piacenza di velocizzare la decisione. Ci si attende uno sconto sugli 8 punti, se non dovesse arrivare nemmeno a questo grado alla società del presidente Scorsetti non rimarrebbe altro che rivolgersi all'Alta Corte del Coni con il rischio di aspettare tempi biblici.

FIDEIUSSIONE E STADIO - Penalizzazione a parte per il resto la società di via De Longe è pronta per il grande salto. Lo stadio sarà il Garilli, preso in affitto dal Piacenza Calcio (gestore dell'impianto) per le partite interne di campionato, Coppa e amichevoli in una coabitazione che evidentemente andrà ad influire sul calendario delle due squadre. I restanti obblighi sono stati adempiti compresa la fideiussione bancaria di 600mila euro di un istituto iscritto all'Albo delle Banche tenuto dalla Banca d'Italia; garanzia che dovrà essere valida fino al 31 ottobre 2015. Il Comune di Piacenza ha annunciato che stanzierà un cifra per interventi specifici sullo stadio e infine lo stesso Pro Piacenza dovrà nominare un ufficio stampa, un uomo addetto al marketing e ha già avviato i corsi per gli steward, senza contare che dalla prossima stagione le partite della Lega Pro saranno visibili sul portale sportube.tv.

BUDGET - Entro la data del 30 giugno dovrà essere presentata alla Co.Vi.So.C. la documentazione economica e fiscale della stagione 2013-2014. Da quest’anno è stato introdotto anche l’obbligo di accludere ai fini dell’iscrizione il budget finanziario programmato per i primi tre mesi della stagione calcistica 2014-2015. Il budget finanziario sarà controllato trimestralmente e ogni sconfinamento dovrà essere coperto entro 30 giorni dall’accertamento.


RICORSI - La data del 30 giugno, cioè lunedì prossimo, è inderogabile e perentoria per la presentazione della domanda di iscrizione e il termine è posto a pena di decadenza, non essendo la carenza di tale requisito sanabile in un momento successivo. Pertanto la domanda va presentata entro lunedì e, successivamente, in caso di mancata accettazione della domanda di iscrizione entro il termine - sempre perentorio - del 15 luglio le società potranno inoltrare ricorso alla Co.Vi.So.C. Il 18 luglio il Consiglio Federale comunicherà ufficialmente l'elenco delle sessanta squadre ammesse al campionato 2014-2015 di Lega Pro e poi si potrà procedere con la composizione dei tre gironi, salvo dover intervenire prima con eventuali ripescaggi tra le retrocesse e le squadre di Serie D che hanno disputato i playoff entrando nella classifica di merito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento