Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza, Alessandro prende il Pordenone in extremis

Inizia con un punto la seconda stagione tra i professionisti del Pro Piacenza. Non c’è nessuna zavorra a tenere sotto la soglia degli zero punti i rossoneri, nessuna penalità a rendere più difficile la corsa alla salvezza. A complicarsi la vita è...

Pro Piacenza, Alessandro prende il Pordenone in extremis - 1
Inizia con un punto la seconda stagione tra i professionisti del Pro Piacenza. Non c’è nessuna zavorra a tenere sotto la soglia degli zero punti i rossoneri, nessuna penalità a rendere più difficile la corsa alla salvezza. A complicarsi la vita è però Fumagalli che al nono minuto si fa sorprendere da una punizione conquistata dal Pordenone per un fallo di mano di Rantier: la parabola del centrocampista finisce nel sette ma il portiere parte in ritardo. Dopo lo shock iniziale la partita si ravviva con le scintille di Rantier e Alessandro che non riescono però a pareggiare i conti. Dopo un avvio di ripresa piuttosto avaro di emozioni ci pensa Tomei a riaprire la contesa agganciando in area Cristofoli e regalando così un rigore che Alessandro trasforma senza problemi. Nel finale il Pro prova ad insistere e chiudere la gara mentre il Pordenone cerca l’affondo con Strizzolo. Tre minuti di recupero e partita che si chiude con un punto per parte. Un avvio a corrente alternata ma un pareggio che smuove fin da subito la classifica in vista del secondo impegno di Padova di domenica prossima.

FORMAZIONI – Prima giornata di campionato e prima formazione quasi obbligata per mister Viali. I rossoneri scendono in campo con il consueto 4-3-3 con Fumagalli tra i pali dietro alla linea difensiva composta da Calandra, Piana, Aspas e Ruffini: grande assente capitan Bini, squalificato. A centrocampo Carrus in regia con Maietti e Russo a supporto. In avanti Cristofoli con Rantier e Alessandro. Il Pordenone risponde con uno schieramento speculare. Tomei in porta, dietro a Boniotti, Stefani, Pasa e Cosner. A centrocampo spicca il nome di Pederzoli con Mandorlini a destra e Berardi a sinistra. In avanti unica punta De Cenco con Valente e Cattaneo a supporto sulle corsie laterali.

PALLA NEL SETTE – Dopo una lunga attesa il campionato di Lega Pro prende finalmente il via. Non prima però di avere ricordato con un minuto di silenzio il bambino siriano trovato morto su una spiaggia turca. Il Pro pressa fin da subito i portatori di palla avversari proiettandosi in avanti ma i ritmi sono tutt’altro che forsennati. Le prime scorribande offensive delle due squadre si risolvono in un corner per parte e in un fallo di mano di Rantier che regala una punizione a Pederzoli dai venticinque metri. La battuta del centrocampista finisce direttamente nel sette dopo aver scavalcato la barriera ma Fumagalli sembra partire decisamente in ritardo. Dopo dieci minuti il Pordenone è già avanti.

PARTITA APERTA – Il Pro è scosso ma prova a scrollarsi di dosso lo shock ma il Pordenone insiste con una debole girata di Berardi deviata da Fumagalli. La risposta del Pro passa per la corsia sinistra dove Alessandro riesce a girarsi e servire un pallone nel mezzo spizzicato da Rantier: la sfera finisce di poco a lato alla sinistra di Tomei. Il Pordenone ci crede ed insiste dopo un’incomprensione tra Aspas e : il pallone arriva a De Cenco che penetra in area dal vertice destro ma trova il recupero della difesa rossonera. Dopo un paio di minuti arrivano due iniziative pericolose del Pro: prima con una violenta conclusione di Russo deviata da Tomei e poi con una rasoiata di Alessandro che finisce fuori. Al ventisettesimo arriva un altro tentativo di Rantier che prova a saltare il marcatore con il tacco: la palla finisce sull’esterno della rete.
Alla mezz’ora la partita risulta decisamente accesa: il Pro insegue il gol del pari mentre il Pordenone, con un gran lavoro degli attaccanti esterni Valente e Cattaneo, spinge alla ricerca del raddoppio. Dopo le opportunità arrivate sui piedi di Rantier e Russo non si registrano però altre occasioni da rete: la prima frazione si chiude senza recupero con il Pordenone avanti.

DENTRO SCHIAVINI – Viali si gioca subito la carta Schiavini che prende il posto di Russo. Primo minuto e subito Pro in avanti con una punizione battuta da Rantier sul vertice destro dell’area: Tomei respinge di pugno e fa poi sua la sfera in uscita. Il Pordenone pare aver perso lo smalto della prima mezz’ora di partita mentre il Pro prova a costruire qualche trama offensiva affidandosi alle idee di Alessandro. I primi venti minuto sono decisamente avari di emozioni: non si registra nessun tiro in porta.

PAREGGIO DI ALESSANDRO – Dopo un avvio di ripresa piuttosto stentato mister Viali decide di gettare nella mischia anche Bignotti che subentra ad un Rantier a corrente alternata. Dall’altra parte ci prova Cattaneo servito da Mandorlini al limite dell’area: la conclusione è centrale, nessun problema per Fumagalli che blocca a terra. Anche Tedino mette mano alla formazione inserendo Strizzolo che si rende subito pericoloso in avanti con un tiro ravvicinato parato da Fumagalli. Quando la partita ha toccato il suo punto più basso a livello di spettacolo ci pensa Tomei a riaprire la contesa: Cristofoli entra in area e Tomei lo aggancia in palese ritardo. Rigore per il Pro e nessun problema per Alessandro dal dischetto: palla sotto la traversa e pareggio. Negli ultimi minuti si accendono gli animi: l’arbitro sventola il giallo prima a Alessandro poi a Carrus e Boniotti con il Pro che si getta in avanti e il Pordenone che prova a colpire il contropiede. Nessuna delle due squadre però prevale: finisce quindi 1-1 la prima partita del campionato del Pro.
Nicolò Premoli

PRO PIACENZA-PORDENONE 1-1
(primo tempo 0-1)


PRO PIACENZA:
Fumagalli, Calandra, Ruffini, Piana, Carrus, Aspas, Rantier (68’ Bignotti), Maietti (75’ Martinez), Cristofoli, Alessandro, Russo (46’ Schiavini). A disposizione: Spadi, Cauz, Rieti, Annarumma, Cassani, Lombardi. All.: Viali.
PORDENONE: Tomei, Cosner, Boniotti, Stefani, Pasa, Mandorlini, Cattaneo, Pederzoli, De Cenco (73’ Strizzolo), Berardi, Valente (62’ Finocchio). A disposizione: Darsiè, Marchi, Ingegneri, Talin, Castelletto, Baruzzini, Buratto. All.: Tedino.
ARBITRO: Sozza di Seregno (assistenti: Semperboni e Catamo di Saronno)
RETI: 9’ Pederzoli, 79’ Alessandro
NOTE: AMMONITI: Aspas, Maietti, Alessandro, Carrus (PP), Valente, Tomei, Boniotti, Strizzolo (P); ANGOLI: 10-4 per il Pordenone; RECUPERO: 3’ st; SPETTATORI: 627
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento