Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza a secco, vince il Pontedera 2-1. Pagelle

Un grande cuore non basta, non basta proprio. Il Pro Piacenza esce dal Mannucci con un’altra sconfitta figlia del risultato maturato al termine della prima frazione. Nonostante le tante e pesanti assenze i rossoneri scendono in campo per...

Pro Piacenza a secco, vince il Pontedera 2-1. Pagelle - 1
Un grande cuore non basta, non basta proprio. Il Pro Piacenza esce dal Mannucci con un’altra sconfitta figlia del risultato maturato al termine della prima frazione. Nonostante le tante e pesanti assenze i rossoneri scendono in campo per giocarsela ma la rete di Luperini al quarto d’ora è una doccia fredda che sconvolge il sottile equilibrio della banda di Franzini. L’undici rossonero prova, per l’ennesima volta in questa stagione, a risorgere riuscendo nell’impresa con una magia di Matteassi servito da Alessandro al limite dell’area.
Il pomeriggio però diventa presto decisamente amaro: Silva rimedia un giallo che lo costringerà a seguire dalla tribuna la prossima gara mentre De Cenco raccoglie l’assist involontario (di Silva) e confeziona il gol del definitivo 2-1. A nulla valgono gli assalti del Pro Piacenza nella ripresa sebbene sul gol annullato a Sall vi sia più di qualche dubbio sull’effettiva posizione di fuorigioco del difensore. Nemmeno il rosso rimediato da Bartolomei permette a Matteassi e compagni di trovare il gol del pari. Il distacco dall’ultima piazza si riduce ulteriormente con il San Marino che ora accusa solo un punto di ritardo nei confronti dei rossoneri, che hanno però disputato una partita in più. Ora l’ultimo posto fa davvero paura.

FORMAZIONI – Alla vigilia della trasferta di Pontedera erano squillati parecchi campanelli di allarme nell’infermeria rossonera, allarmi che si sono rivelati piuttosto concreti. Tra i pali Alfonso non ce la fa e lascia il posto al secondo Iali mentre in difesa Castellana è costretto a dare forfait causa influenza. Franzini non può certo sorridere e manda in campo un 4-3-1-2. Davanti a Iali linea difensiva così composta: Petrini, Sall, Bini e Sane. A metà campo ecco Barba e Silva che stringono i denti a fianco di Bacher con il solito Matteassi alle spalle di Alessandro e Speziale.
Mister Indiani risponde con un 3-5-2. In porta Cardelli, dietro al terzetto composto da capitan Vettori, Gasbarro e Redolfi. A metà campo in mediana Bartolomei, Settembrini e Luperini con Galli e Ceciarini sugli esterni. In attacco la coppia De Cenco-Cesaretti.

UN TIRO, UN GOL – E’ il Pontedera che fa girare palla nei primi minuti alla ricerca del varco giusto per Cesaretti e De Cenco. Settembrini prova l’accelerazione in un paio di occasioni ma Petrini fa buona guardia sulla destra.
Il Pro risponde con Sane al nono minuto. Sall esce bene palla al piede e serve Bacher che verticalizza per Alessandro. Il cross del numero 10 arriva al terzino in area ma il tiro del giovane senegalese finisce alto sopra la traversa. E’ ancora Bacher a provarci, questa volta servendo Matteassi che si sarebbe trovato solo davanti a Cardelli. L’arbitro ferma tutto per la posizione irregolare del capitano.
E’ al primo vero tiro in porta che arriva il vantaggio dei granata: Bartolomei batte un angolo dalla destra, Luperini anticipa tutti ed insacca con un gran colpo di testa. Al diciassettesimo Pontedera avanti 1-0.

COLPO DA BILIARDO – Il Pro prova a riorganizzare le idee ma è ancora una volta il Pontedera a spingersi in avanti: è nuovamente Luperini a provarci con la specialità di casa ma questa volta il colpo di testa non inquadra lo specchio. Al ventitreesimo De Cenco fa tutto bene saltando di netto Sall ma non trovando la conclusione dopo un contropiede orchestrato da Cesaretti: dietro si balla parecchio, si sente l’assenza di Castellana.
E’ proprio quando il Pro pare avere smarrito le idee che arriva l’improvviso pareggio: Alessandro avanza sulla destra, serve l’accorrente Matteassi che calcia di prima intenzione dai venti metri. Cardelli non può nulla sulla splendida parabola disegnata dal fantasista: alla mezz’ora il capitano riacciuffa il pareggio e scuote i compagni che appaiono decisamente più intraprendenti. E’ lo stesso Matteassi a conquistare e battere un angolo al trentacinquesimo. Sul pallone si avventa Speziale ma Vettori salva sulla linea dopo un’uscita avventata di Cardelli.

FINALE INTENSO – Non è finita, anche i granata hanno ancora frecce al loro arco: Redolfi lasciato colpevolmente libero in area gira il pallone di testa, Iali si supera e con un grande riflesso riesce a respinge l’ennesimo colpo di testa della gara. Lasciato alle spalle il momento difficile, il Pontedera riprende in mano il pallino del gioco e confeziona il gol del vantaggio quasi allo scadere: spiovente di Bartolomei, Silva rinvia malamente su De Cenco che con un preciso sinistro trafigge Iali. Le squadre tornano quindi negli spogliatoi sul punteggio di 2-1.

CABONI IN CAMPO – La seconda frazione riprende senza cambi con un Pro che si getta a in avanti alla ricerca del pareggio prestando il fianco alle iniziative in contropiede dei padroni di casa, tuttavia poco pericolosi. Il Pontedera ci prova anche dalla distanza con Settembrini che però calcia alto sopra la porta difesa da Iali. Nei primi dieci minuti latitano le occasioni da rete: al cinquantaseiesimo ci prova Silva di testa su invito di Alessandro, il pallone sfila a pochi passi dal palo. Mister Franzini decide quindi di ridisegnare la squadra: fuori Petrini, dentro Caboni, Barba che scala sulla destra per un Pro a trazione anteriore.
Al minuto 62 è proprio Caboni a servire ad Alessandro un gran pallone: Vettori salva tutto con una scivolata disperata chiudendo sul più bello Alessandro pronto a calciare a rete.

AVANTI TUTTA – Quando sono venti i minuti al termine, sono ancora i rossoneri a spingere. Silva, ammonito nel primo tempo e non al meglio, lascia il posto a Schiavini mentre Giovio subentra a Speziale. Esauriti i cambi, arrivano due episodi che potrebbero cambiare volto alla partita: Alessandro calcia una punizione, Sall impatta di testa e segna ma l’arbitro annulla fischiando una dubbia posizione di fuorigioco tra le proteste dei rossoneri. Passa un minuto e Bartolomei rimedia un altro giallo per un tocco di mano a metà campo: Pontedera in dieci uomini quando mancano quindici minuti al termine.
Il Pro ci crede: Matteassi penetra in area e serve Giovio che calcia trovando il corpo di Ceciarini. La squadra di Franzini, sbilanciata in avanti, subisce però le iniziative del Pontedera che prima con Cesaretti, poi con Settembrini sfiora il gol della sicurezza. Nell’occasione Iali rischia tantissimo toccando il pallone con la mano fuori area. Sarebbe stato rosso diretto ma l’arbitro non vede mentre la sfera termina di poco fuori a porta sguarnita.
A nulla valgono gli ultimi assalti dei rossoneri: il punteggio resta inchiodato sul 2-1 per i granata che tornano alla vittoria dopo un digiuno lungo un mese condannando dunque il Pro Piacenza ad un’altra sconfitta.
Nicolò Premoli

PONTEDERA-PRO PIACENZA 2-1
(primo tempo 2-1)
PONTEDERA: Cardelli, Ceciarini, Galli, Redolfi, Vettori, Gasbarro, Luperini, Bartolomei, De Cenco (77’ Lombardo), Cesaretti (86’ Libertazzi), Settembrini. A disposizione: Anacoura, Bennati, Gherra, Giordani, Segoni. All.: Indiani.
PRO PIACENZA: Iali, Petrini (58’ Caboni), Sane, Sall, Silva (73’ Schiavini), Bini, Matteassi, Bacher, Speziale (73’ Giovio), Alessandro, Barba. A disposizione: Alfonso, Ignico, Mascolo, Corduri. All.: Franzini.
ARBITRO: Rossi di Rovigo (assistenti: Spensieri e Zanardi di Genova)
RETI: 17’ Luperini, 29’ Matteassi, 43’ De Cenco
NOTE: AMMONITI: Luperini (PON), Bacher, Silva (PP); ESPULSI: Bartolomei (PON); ANGOLI: 5-3 per il Pontedera; RECUPERO: 3’ st

Le pagelle di Giacomo Spotti

Iali 6: non può nulla sulle due reti del Pontedera, salva in modo strepitoso su Redolfi ma nel finale rischia un'uscita "horror" che poteva costare carissima.

Sall 7: insormontabile, a tratti il suo strapotere fisico è imbarazzante e salva un paio di azioni pericolose con chiusure perfette. Segna anche il gol del pareggio ma viene annullato per fuorigioco decisamente dubbio.

Silva 6: non era al meglio e ha stretto davvero i denti pur di non lasciare i suoi compagni. Sfortunato sul rinvio di testa che innesca il gol di De Cenco, nella ripresa passa a centrocampo ma alla fine esce stremato. Dal 28' st Schiavini 6: entra per dare sostanza al centrocampo e ci riesce, non è da lui che devono partire le azioni di qualità.

Bini 5.5: gioca una partita priva di sbavature ma commette un solo errore quando si perde Luperini sul primo gol, e questo inevitabilmente influisce sul voto.

Petrini 5.5: si limita al compito senza mai incidere veramente nelle due fasi. Dopo pochi minuti nella ripresa lascia il campo perché serve l'artiglieria pesante. Dal 13' st Caboni 6: ha il merito di creare scompiglio nella difesa di casa per alcuni minuti, ha sui piedi anche la palla del pareggio ma un anticipo miracoloso di Ceciarini lo ferma sul più bello.

Matteassi 7: gol da cineteca, l'ottavo acuto in campionato è un missile da fuori area che ristabilisce la parità. Entra in tutte le azioni pericolose e torna a essere il cuore di questo Pro.

Bacher 6: tocca una quantità infinita di pallone cercando di far girare il motore al meglio e sbaglia pochissimo. Fa quello che gli viene chiesto.

Barba 5.5: anche per lui non sono stati giorni facili a causa di un infortunio e per giocare stringe i denti. Si vede che non è meglio perché non brilla nel suo fondamentale, il ritmo. Ne esce una partita spenta dove prova a fare il suo sia a centrocampo sia quando termina da esterno in difesa.

Sanè 5.5: bene quando il Pontedera rimane in dieci, per gli altri 70' si vede poco. Grandi folate offensive bilanciate da altrettanta imprecisione.

Alessandro 6: molto attivo fino all'80' dopodiché si spegne stremato dalla stanchezza. Torna fino a centrocampo per trovare spazio, dialoga con Speziale, serve a Matteassi l'assist per il primo gol e rischia anche di trovare il pareggio se non fosse per un clamoroso recupero della difesa di casa.

Speziale 5: tanto movimento e poca incisività, non crea alcuna situazione potenzialmente pericolosa. Dal 28' st Giovio 5.5: onestamente può fare poco con 17' minuti a disposizione tuttavia in questo arco di tempo non lascia il segno.

Franzini 6: le prova tutte presentando in campo la formazione più logica. Nella ripresa cerca di recuperare il gap passando al 4-3-3 e il suo Pro in effetti attacca bene. Difficile fare di più con una squadra che è chiaramente stanca e con dei problemi strutturali dovuti alle numerose assenze.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento