menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lega Pro - Più di dieci società sono a rischio - 1

Lega Pro - Più di dieci società sono a rischio - 1

Lega Pro - Più di dieci società sono a rischio

Per sapere se la prossima Lega Pro sarà un bagno di sangue bisognerà aspettare ancora qualche ora, tuttavia le notizie arrivate ieri sera non sono confortanti. Le ore 15 di venerdì 11 luglio erano il limite entro cui la Covisoc si sarebbe dovuta...

Per sapere se la prossima Lega Pro sarà un bagno di sangue bisognerà aspettare ancora qualche ora, tuttavia le notizie arrivate ieri sera non sono confortanti. Le ore 15 di venerdì 11 luglio erano il limite entro cui la Covisoc si sarebbe dovuta pronunciare ufficialmente sulle domande d'iscrizione in regola, ma nessuna comunicazione è arrivata spostando il tutto alla giornata di oggi o al massimo a lunedì. Una notizia non bella perché significa che ci sono più posizioni in bilico e non sarebbe nemmeno una novità visto che, al deposito della domanda il 30 giugno, ben nove club non avevano presentato una fideiussione in regola. Come detto non ci sono note ufficiali ma da quanto filtra sembra che le posizioni irregolari coinvolgano un numero che va da dodici a quindici club i quali, se dovessero essere bocciati, avranno tempo fino al 15 luglio per rimediare alla propria posizione prima di essere esclusi definitivamente dal campionato.

Le società che saranno escluse dalla prossima Lega Pro unica 2014/2015 infatti hanno ancora una speranza di prendere il via al campionato (con una penalizzazione), c'è tempo fino alle 19 di martedì 15 luglio per presentare il ricorso pagando un'ulteriore tassa di 9mila euro, dopodiché venerdì 18 luglio ci sarà la riunione definitiva del Consiglio Federale e si procederà con le esclusioni ufficiali e gli eventuali ripescaggi per completare il format di 60 squadre suddivise in tre gironi. In ogni caso questi sono discorsi che non riguardano direttamente il Pro Piacenza che ha presentato regolarmente la sua domanda e qui non ci saranno problemi.

Se la Lega Pro non sorride anche gli altri campionato non godono di una salute migliore. Il 15 luglio (ore 19) scadrà il termine per i club di Serie B e al momento ci sono tre società in difficoltà: Brescia, Siena e Varese, tutte e tre escluse dal campionato - al momento - perché incompleta la domanda d'iscrizione presentata il 30 giugno. Hanno tempo fino al 15 luglio per sanare la propria posizione, altrimenti arriverà l'esclusione.


Infine ci sono problemi anche in Serie D. Le nostre Piacenza e Fiorenzuola non hanno avuto alcuna difficoltà e si sono regolarmente iscritte alla prossima stagione, però tra tutte le iscritte sono state bocciate il Chiavari Caperana, Mariano Keller e Trissino Valdagno che non hanno fatto domanda, bocciato anche il CastelRigone. Da quanto trapela ci sarebbe altre 10 società a serio rischio. Entro il 18 luglio la CovisoD esaminerà tutte le domande, poi ci sarà tempo fino al 22 luglio per i ricorsi dopodiché si procederà con le esclusioni ufficiali e gli eventuali ripescaggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento