Questo sito contribuisce all'audience di

Lega Pro - Ecco la guida alle avversarie di Piace e Pro

Il campionato di Lega Pro è appena iniziato per Piacenza e Pro Piacenza, ma quali squadre dovranno affrontare sul loro cammino verso la permanenza in Lega Pro? Siamo andati ad analizzare le 18 avversarie delle piacentine in Lega Pro girone A...

Lega Pro - Ecco la guida alle avversarie di Piace e Pro - 1
Il campionato di Lega Pro è appena iniziato per Piacenza e Pro Piacenza, ma quali squadre dovranno affrontare sul loro cammino verso la permanenza in Lega Pro? Siamo andati ad analizzare le 18 avversarie delle piacentine in Lega Pro girone A. Abbiamo sviscerato le più forti, le possibili outsider e le squadre che lotteranno per la salvezza. Questo tour del girone inizia oggi con la sua prima puntata alla quale, venerdì prossimo, seguirà una seconda.

Alessandria: reduce dall’incredibile impresa del raggiungimento della semifinale di Coppa Italia dell’anno scorso (poi persa contro il Milan) e da un quarto posto nel girone A di Lega Pro, i piemontesi, affidati alla guida di Piero Braglia, sono da tutti accreditati come la favorita per la vittoria finale del girone. I giocatori più rappresentativi? Non c’è bisogno di sforzarsi perché c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Su tutti noi citiamo i prolifici Pablo Andrès Gonzalez e Riccardo Bocalon in attacco, il talento di Alessio Sestu a centrocampo e l’esperienza di Simone Gozzi in difesa.
Allenatore: Piero Braglia (nuovo). Obiettivo: vittoria del campionato. Ultimo piazzamento: 4 in Lega Pro girone A.

Arezzo: subentrato a mister Capuano, sulla panchina amaranto è iniziato il regno di Stefano Sottili. Tanti i rinforzi di mercato, alcuni sono nomi importanti come l’attaccante Davide Moscardelli (ex Piacenza) e l’esperto portiere Massimiliano Benassi. Di prim’ordine il centrocampo, dove Sottili potrà scegliere tra giocatori del calibro di Fabio Foglia (anche lui ex Piacenza), Paolo Grossi e Giuseppe De Feudis. Più giovane, ma non per questo meno temibile, è l’attaccante ex Rimini Alessandro Polidori (10 reti la passata stagione), il quale contenderà la maglia da titolare a Moscardelli per il ruolo di prima punta. Possibile sorpresa il giovane di proprietà del Chievo Arthur Kevin Yamga.
Allenatore: Stefano Sottili (nuovo). Obiettivo: play off. Ultimo piazzamento: 9 in Lega Pro girone B.

Carrarese: la società toscana ha passato un’estate burrascosa, riuscendo alla fine a risolvere i proprio problemi e a partire con rinnovate ambizioni alla volta della Lega Pro. I nuovi proprietari hanno allestito una formazione di tutto rispetto e, scorrendo la lista dei nomi, si trovano il centrale difensivo Leonardo Massoni - che il Piacenza ha cercato in tutti i modi quest’estate - e l’esperto jolly Valerio Foglio (anch’esso trattato dai biancorossi). E’ nome importante anche quello di Simone Del Nero, centrocampista ex Lazio e Brescia, mentre si punta molto sul giovane attaccante Gennaro Tutino (di proprietà del Napoli) e sull’esterno offensivo Roberto Floriano (prelevato in estate dal Foggia).
Allenatore: Andrea Danesi (nuovo). Obiettivo: salvezza tranquilla. Ultimo piazzamento: 5 in Lega Pro girone B.

Como: nonostante la retrocessione dalla serie B e le notevoli vicissitudini economiche, culminate con la sentenza di fallimento datata 23 luglio 2016 del Tribunale di Como e conseguente entrata nell’esercizio provvisorio, la squadra lombarda, guidata da mister Fabio Gallo, si è presentata ugualmente al via della Lega Pro. E la rosa è sicuramente all’altezza: in attacco grande coppia formata da Matteo Chinellato e Giuseppe Le Noci, a centrocampo giocatori di spessore come Davide Di Quinzio e Giovanni Fietta; non da meno la difesa con l’esperienza di Devis Nossa e Marco Briganti. Insomma, pur non essendo nel novero delle favorite, il Como sarà un osso duro per tutti e potrebbe essere la rivelazione del girone.
Allenatore: Fabio Gallo (nuovo). Obiettivo: play off. Ultimo piazzamento: 22 in serie B.

Cremonese: è l’acerrima rivale del Piacenza. Sono ormai diverse stagioni che il presidente Giovanni Arvedi sta investendo massicciamente nella compagine grigiorossa per riportarla in serie B, finora senza successo. Quest’anno non ha fatto differenza e i lombardi, insieme a Livorno e Alessandria, sono a pieno titolo nel novero delle favorite. Il nuovo tecnico è lo scafato Attilio Tesser, mentre dal mercato sono arrivati acquisti succulenti: il trequartista Luca Belingheri e la punta Francesco Stanco dal Modena, il cannoniere Stefano Scappini dal Pontedera, il terzino Giuseppe Gemiti dal Bari, i difensori Davide Moro dalla Salernitana e Stefano Lucchini dal Cesena. E sono solo alcuni degli ingaggi portati a termine nella sessione di mercato estiva, condotta alla ricerca dei giocatori più quotati. Basti pensare che il tandem d’attacco del 4-3-1-2 disegnato da Tesser è composto da Scappini (24 gol la passata stagione) e dal capitano Brighenti (riconfermato, l’anno scorso a segno 17 volte), il tutto ispirato da Belingheri (oltre 300 gare nei cadetti). Basterà per ritornare in serie B?
Allenatore: Attilio Tesser (nuovo). Obiettivo: vittoria del campionato. Ultimo piazzamento: 6 in Lega Pro girone A.

Giana Erminio: La piccola Giana Erminio è alla sua terza partecipazione consecutiva alla Lega Pro, e chi lo avrebbe mai detto che la società di Gorgonzola potesse reggere così bene il confronto con il calcio professionistico. Per quest’anno, l’acquisto più significativo è stato Alex Pinardi, giocatore con un nome importante e con un passato in serie A con le maglie, tra le altre, di Atalanta e Lecce. Per l’attacco si è scelto di dare una possibilità nel calcio professionistico a Tommaso Lella (l’anno scorso al Pontisola) e a Okyere Asant Gullit (dalla Grumellese), due giocatori che si sono meritati i riflettori nell’ultima serie D. Reparto avanzato che è completato da un altro giocatore di valore, quel Salvatore Bruno che ha ormai 36 anni ma non ha ancora perso il vizio del gol.
Allenatore: Cesare Albè (confermato). Obiettivo: salvezza. Ultimo piazzamento: 12 in Lega Pro girone A.

Livorno: la società del presidente Aldo Spinelli merita rispetto per quanto fatto ai piani alti del calcio nel suo passato recente. E’ evidente, tuttavia, che stia percorrendo una parabola discendente sul piano dei risultati sportivi. Ciò non toglie che questo Livorno, ferito dalla retrocessione in Lega Pro, possa contare su un attacco atomico composto da vecchi marpioni come Daniele Vantaggiato, Marco Cellini e Manuel Giandonato (ad agire come trequartista nel 4-3-1-2 a Rombo disegnato da mister Claudio Foscarini. Non finisce qui, perché a centrocampo c’è la classe di Andrea Luci e tutto il dinamismo di Alessandro Marchi (ex capitano del Piacenza). Insomma, il Livorno vuole il riscatto e la sua rosa è ricca di nomi altisonanti in grado d’incutere timore agli avversari: ciò ne fa di diritto una delle pretendenti al titolo.
Allenatore: Claudio Foscarini (nuovo). Obiettivo: vittoria del campionato. Ultimo piazzamento: 20 in serie B.

Lucchese: i toscani saranno una delle mine vaganti del campionato. A livello di nomi non sono certo all’altezza delle più forti, ma nel singolo confronto potrebbero battere chiunque. La rosa già buona, che vede nella giovane punta Francesco Forte l’elemento migliore, è stata ulteriormente puntellata con l’arrivo negli ultimi giorni di mercato dell’attaccante Cristian Longobardi e del difensore Simone De Martino dall’Arezzo. Da non trascurare, inoltre, la capacità di spinta sulle fasce voluta da mister Galderisi, che vede nei cursori Mario Merlonghi e Giovanni Terrani due elementi preziosissimi del 4-2-3-1 disegnato dal tecnico rossonero.
Allenatore: Giuseppe Galderisi (confermato). Obiettivo: play off. Ultimo piazzamento: 12 in Lega Pro girone B.

Olbia: fresca di ripescaggio in Lega Pro, la squadra sarda ha puntato su una rosa di giovani talentuosi ai quali ha affiancato l’esperienza di Andrea Cossu, ex trequartista di serie A che ha vestito anche la maglia azzurra della Nazionale italiana. Ben dieci i giovani arrivati in prestito dalla Primavera del Cagliari, tra cui Alessandro Capello, interessante giovane subito a segno nella prima gara persa contro il Renate. Dal Rimini, sempre per il reparto avanzato, arriva anche Daniele Ragatzu, anch’esso prodotto della Primavera rossoblu e voglioso di riscatto per una carriera non ancora decollata come era nelle aspettative. Insomma, tante novità e tanti giovani, mister Mignani dovrà ricavarne il massimo per agguantare l’obiettivo della salvezza.
Allenatore: Michele Mignani (confermato). Obiettivo: salvezza. Ultimo piazzamento: 5 in serie D, ripescata in Lega Pro.
Marcello Astorri
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento