menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Burzoni, anima e da quest'estate anche presidente del Pro Piacenza

Alberto Burzoni, anima e da quest'estate anche presidente del Pro Piacenza

Lega Pro - Burzoni: «Il derby? Una gara come le altre»

«Per noi non è una partita particolare, stiamo parlando di una gara come tutte le altre». Alberto Burzoni smorza i toni e trasforma il derby Pro Piacenza-Piacenza in una sfida da una domenica qualsiasi. «Come sto vivendo la vigilia? In assoluta...

«Per noi non è una partita particolare, stiamo parlando di una gara come tutte le altre». Alberto Burzoni smorza i toni e trasforma il derby Pro Piacenza-Piacenza in una sfida da una domenica qualsiasi. «Come sto vivendo la vigilia? In assoluta tranquillità, stiamo giocando il nostro campionato al massimo e speriamo di fare risultato anche nella prossima sfida, nulla di più».
Il massimo dirigente rossonero precisa subito di non giocare a nascondino: «Loro sono il Piacenza, noi il Pro, la distanza è abissale e si vede anche nelle presenze allo stadio. Sappiamo bene che i biancorossi sono più “attraenti” di noi».
Questo però non significa che la formazione di Pea scenderà in campo battuta. Anzi, farà l’impossibile per ribaltare il pronostico e Burzoni lo annuncia pubblicamente. «Il calcio è uno sport particolare ed è fatto di scherzi. Chi segna vince le partite; a volte vince il migliore, in altre occasioni invece questo non succede».
Poi il numero uno del Pro Piacenza elogia i cugini: «Sono una formazione più attrezzata e più equilibrata, nel confronto diretto partono certamente con dei vantaggi. Ma noi ce la giocheremo al massimo, dal primo all’ultimo secondo, perché vogliamo muovere la classifica».
Ufficialmente (ma Burzoni giura che è proprio così) il massimo dirigente non caricherà la squadra con il discorso della vigilia. «Non dirò niente di particolare, né ai ragazzi e neppure a Pea. Non avrebbe senso perché, lo voglio ripetere, per noi è una partita come tutte le altre».

Un grande rammarico però Burzoni ce l’ha: «Non potremo schierare la formazione migliore a causa della squalifica di Bini. Uno stop ingiustificato, per un cartellino che il nostro giocatore assolutamente non meritava. Ecco, è l’unico rammarico che ho in questo momento. Il calcio deve essere spettacolo e con la squadra al completo il livello sarebbe stato più alto».
Si guarda indietro Burzoni e analizza la stagione del Pro Piacenza almeno fino a questo momento: 16 punti in 14 gare, frutto di 5 vittorie e 1 pareggio, e quindicesimo posto in classifica. «Stiamo rispettando le aspettative che avevamo in estate. Noi dobbiamo pensare a salvarci e per il momento stiamo seguendo la strada giusta per raggiungere l’obiettivo. Sappiamo bene dove è posizionato il nostro traguardo, a fine anno faremo di tutto per tagliarlo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento