Questo sito contribuisce all'audience di

Il Pro Piacenza mostra i muscoli, Gubbio sconfitto 1-0

Dopo la grande trasferta de L’Aquila il Pro ripete l’impresa portando a casa tre punti contro un’altra squadra dei piani alti della classifica. Questa volta è il Gubbio ad arrendersi ai ragazzi di Franzini dopo una partita combattuta che ha visto...

Fotoservizio Stefano Galli-26
Dopo la grande trasferta de L’Aquila il Pro ripete l’impresa portando a casa tre punti contro un’altra squadra dei piani alti della classifica. Questa volta è il Gubbio ad arrendersi ai ragazzi di Franzini dopo una partita combattuta che ha visto il miglior attacco del torneo sbattere contro un Pro quadrato e molto generoso. A firmare il successo dei rossoneri è un difensore, Rieti, al primo gol tra i professionisti. Una rete da incorniciare per il giocatore e che spinge la squadra a ridosso delle avversarie nella corsa salvezza. Una corsa salvezza che vede i piacentini al terzo risultato utile consecutivo, una continuità di risultati che regala alla squadra una sosta natalizia con il sorriso.

LE FORMAZIONI - Dopo l’impresa in casa de L’Aquila il Pro Piacenza ci riprova con il Gubbio, compagine umbra che occupa il quinto posto della graduatoria e reduce dal pari contro la Pistoiese. Franzini ripropone l’undici della scorsa tornata schierando un 4-3-3. Davanti alla linea difensiva composta da Castellana, Bini, Silva e Rieti il terzetto Schiavini, Marmiroli e Porcino. A supporto della punta Speziale la coppia Matteassi-Caboni.
Gli umbri rispondono con uno schieramento speculare: Iannarilli tra i pali, linea difensiva con l’ex biancorosso D’Anna, Galuppo, Lasicki e Luciani. A metà campo Loviso, Galuppo e Guerri. Gli esterni d’attacco sono Mancosu e Marchionni a supporto di Regolanti.

IANNARILLI SALVA TUTTO - Davanti al miglior attacco del campionato il Pro parte senza timori reverenziali provando ad impostare la manovra: il Gubbio aggredisce i portatori di palla rossoneri soprattutto a metà campo ma nei primi minuti di gara il ritmo è piuttosto lento. Le due formazioni raramente arrivano al tiro e quando lo fanno le conclusioni non sono per nulla irresistibili.
Ad accendere il gioco ci pensa capitan Matteassi che al quarto d’ora scaglia un tiro dal limite dell’area. Il pallone rimbalza prima sul corpo di Galuppo e poi trova il miracolo di Iannarilli che con il piede compie un vero e proprio miracolo. Il Gubbio si sveglia dal torpore al ventesimo con la botta da fuori di Marchionni che trova la parata di Alfonso.

MAGIA DI RIETI - Dopo l’ottimo avvio i padroni di casa continuano a pressare gli umbri che faticano ad impostare azioni offensive: il più attivo nelle fila del Gubbio è Marchionni ma Rieti è sempre attento in copertura. Il Pro ci riprova intorno alla mezz’ora con una discesa di Castellana che scambia con Caboni e trova il cross per la testa di Matteassi che spedisce sull’esterno della rete senza alcun pericolo per Iannarilli. Quando mancano pochi minuti al termine della prima frazione è Casiraghi che si rende pericoloso su azione da corner: il centrocampista calcia dal centro dell’area e trova la risposta di Alfonso che non trattiene la sfera; la difesa rossonera riesce a spazzare.
E’ però il Pro che passa in vantaggio con una magia di Rieti: su calcio di punizione Matteassi difende palla dal limite e passa a Rieti. Il difensore rossonero tira fuori dal cilindro un fantastico sinistro a giro che si insacca alle spalle dell’incolpevole Iannarilli. La prima frazione si chiude dunque con il Pro in vantaggio, un vantaggio meritato per quanto mostrato dall’undici di Franzini.

FORTINO - Dopo la grande prestazione del primo tempo il Pro Piacenza scende in campo con un atteggiamento più guardingo chiudendosi nella propria metà campo mentre è il Gubbio che prova a riportare la partita sui binari giusti. I rossoneri difendono con ordine e gli ospiti mettono parecchi palloni in area senza però rendersi pericolosi in nessuna occasione.
Il Pro si fa vedere al tredicesimo quando Speziale viene lanciato sul filo del fuorigioco: l’errore di D’Anna consente all’attaccante di arrivare sul fondo ma non c’è nessuno in area pronto ad approfittarne. I ragazzi di Franzini ci riprovano al ventesimo: la punizione di Porcino trova Speziale che gira in rete con il guardalinee che segnala il fuorigioco.

EMOZIONI NEL FINALE - Il Gubbio va all’assalto e ci riprova alla mezz’ora con Luciani che dal limite dell’area serve un pallone invitante per Marchionni. Alfonso si getta sul pallone e riesce ad anticipare la punta del finita comunque in posizione di offside.
Il Pro è sì piuttosto compatto e abile nelle ripartenze: Marmiroli riesce a lanciare il solito Speziale che si trova a tu per tu con Iannarilli. La botta dell’attaccante trova la risposta del portiere e sul capovolgimento di fronte Loviso calcia di potenza ma senza trovare la porta.
Al trentottesimo minuto è Cais che spreca l’occasione più ghiotta per riportare il match in parità: il neoentrato si trova con un pallone d’oro sul limite destro dell’area piccola ma spedisce clamorosamente a lato.
Il Gubbio prova in ogni modo a strappare il pari con Regolanti che quasi allo scadere calcia ma trova sulla sua strada Alfonso, per il Pro il triplice fischio dell’arbitro è liberatorio: arriva la seconda vittoria consecutiva, ancora una volta contro un avversario di grande spessore.
Nicolò Premoli

PRO PIACENZA-GUBBIO 1-0
(primo tempo 1-0)

PRO PIACENZA: Alfonso, Rieti, Castellana, Silva, Schiavini, Bini, Matteassi, Marmiroli, Speziale, Caboni (70’ Mella), Porcino. A disposizione: Iali, Ignico, Sane, Ravasi, Pasaro, Torri. All.: Franzini
GUBBIO: Iannarilli, Luciani, D’Anna, Lasicki, Loviso, Galuppo, Mancosu (78’ Vettraino), Guerri (88’ Esposito), Regolanti, Casiraghi (70’ Cais), Marchionni. A disposizione: Citti, Manganelli, Rosato, Castelletto. All.: Acori
ARBITRO: Viotti di Tivoli (assistenti: Fabbro di Roma 2 e Cappello di Busto Arsizio)
RETE: 42’ Rieti
NOTE - AMMONITI: Loviso, Mancosu, Marchionni (G), Bini, Matteassi, Mella (PP); ANGOLI: 10-3 per il Gubbio; RECUPERO: 0’ pt, 3’ st SPETTATORI: 500

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento