Questo sito contribuisce all'audience di

Il Pro Piacenza crolla a Ferrara: 4-0 per la Spal

Ci si aspettava una reazione dopo il brusco kapò interno contro il Teramo ma da Ferrara arrivano notizie poco confortanti per la truppa di Franzini. I padroni di casa scendono in campo con il coltello tra i denti e fin dalle prime battute mostrano...

Il Pro Piacenza crolla a Ferrara: 4-0 per la Spal - 1
Ci si aspettava una reazione dopo il brusco kapò interno contro il Teramo ma da Ferrara arrivano notizie poco confortanti per la truppa di Franzini. I padroni di casa scendono in campo con il coltello tra i denti e fin dalle prime battute mostrano di avere qualcosa in più: la Spal impone un ritmo piuttosto forsennato che sorprende il Pro. Si sente l’assenza di Porcino a metà campo: i biancazzurri creano parecchie azioni mentre Nava e Lazzari spaziano su tutto il fronte di attacco. Il primo gol di Finotto rappresenta il concretizzarsi del vantaggio territoriale della Spal: Finotto trova il varco giusto e segna l’1-0 che spegne la luce in casa Pro. Nel secondo tempo, nonostante qualche timido tentativo di Matteassi e Barba, la Spal gioca sul velluto confezionando tre gol che suggellano un’ottima prestazione corale. Per il Pro un altro campanello d’allarme: domenica arriva la Carrarese, vietato sbagliare.

FORMAZIONI – Mister Franzini vuole lasciarsi subito alle spalle la pessima serata di mercoledì. Nell’undici rossonero sono tre le novità principali: Rieti non ce la fa, Sane al suo posto. Silva avanza a metà campo mentre in avanti è Speziale a prendere il posto di Giovio.
I locali rispondono con la stessa formazione vittoriosa contro L’Aquila, un undici dove spicca il centravanti di scuola Milan Zigoni. In porta Menegatti, linea difensiva a tre composta da Cottafava, Gasparetto e Silvesti. A centrocampo Capece, Gentile e Di Quinzio con Nava e Lazzari a spingere sugli esterni. In avanti al fianco di Zigoni c’è Finotto.

SPAL IN AVANTI – Sono i padroni di casa a fare la partita fino dalle prime battute. L’undici di Semplici preme forte sull’acceleratore con Lazzari e Di Quinzio. Al sesto minuto Di Quinzio calcia una punizione dalla trequarti: il pallone attraversa pericolosamente tutta l’area e viene respinto da Alfonso che sventa la minaccia. E’ al decimo però che la Spal getta al vento un’ottima occasione capitata sui piedi di Zigoni: l’attaccante si ritrova un pallone al limite dell’area piccola ma Alfonso in uscita salva tutto. La reazione del Pro Piacenza è piuttosto velleitaria: Alessandro ci prova con una conclusione dai diciotto metri ma il pallone si spegne a lato. Al ventottesimo doccia fredda per i ragazzi di Franzini: dopo un doppio colpo di testa il pallone carrambola su Finotto che con una semi rovesciata manda in rete (1-0)

RITMI IN CALO – Dopo una mezz’ora giocata ad un ritmo piuttosto forsennato la Spal rallenta il passo concedendo ben poco agli attaccanti rossoneri. Né Speziale né Alessandro riescono a trovare il varco giusto nella compatta linea difensiva ferrarese che ha in Cottafava un argine piuttosto arduo da superare. Il difensore si rende pericoloso anche in avanti con una conclusione da fuori area allo scadere: il pallone si spegne alla destra di Alfonso e il primo tempo va in archivio con i padroni di casa in vantaggio. 

ANCORA SPAL – La ripresa inizia senza cambi ma sono ancora una volta i padroni di casa a partire con il piglio giusto. E’ Gentile a rendersi protagonista in avvio con una sgroppata a superare la metà campo: la sua conclusione è potente ma mal indirizzata. Il centrocampista ci riprova ma i rossoneri provano a farsi vedere in avanti con Barba e Matteassi che però non trovano la porta. Quando il Pro sembra finalmente voler uscire dal tunnel è la Spal a trovare il raddoppio con Zigoni che servito da un colpo di testa all’indietro si coordina e supera Alfonso con un gran tiro dall’area piccola. I ragazzi di Franzini subiscono il colpo e affondano: Togni calcia un corner per il solissimo Cottafava che supera Alfonso. 

FINALE AMARO – Franzini getta nella mischia Caboni e Marmiroli e ridisegna il centrocampo con Schiavini ma la sostanza non cambia. L’attaccante ex Lucchese ci prova con un tiro dal vertice sinistro dell’area ma la difesa di casa respinge senza patemi. Anche capitan Matteassi prova a bussare alla porta di Menegatti ma la sua conclusione è fuori misura. Quando mancano pochi minuti al termine la SPAL cala il poker: Rovini, subentrato a Zigoni, serve un grande filtrante per l’accorrente Finotto che trafigge per la quarta volta Alfonso: è il terzo stop consecutivo.
Nicolò Premoli

SPAL-PRO PIACENZA 4-0
(primo tempo 1-0)


PRO PIACENZA: Alfonso, Castellana, Sane, Sall (63’ Schiavini), Silva, Bini, Matteassi, Barba, Speziale (73’ Caboni), Alessandro, Bacher (78’ Marmiroli). A disposizione: Iali, Mascolo, Mella, Giovio
All.: Franzini
SPAL: Menegatti, Lazzari, Silvestre, Capece, Gasparetto, Cottafava, Nava (65’ Giani), Gentile, Zigoni (83’ Rovini), Di Quinzio (69’ Togni), Finotto. A disposizione: Albertoni, Aldrovandi, Fioretti, Gerbaudo
All.: Semplici
ARBITRO: Perotti di Legnano (assistenti: Tribelli e Badoer)
RETI: 27’, 88’ Finotto, 64’ Zigoni, 72’ Cottafava
NOTE: AMMONITI: Silvestri, Lazzari (S), Bini, Sall (P); ANGOLI: 9-1 per la SPAL; RECUPERO: 1’ pt, 3’ st SPETTATORI: 2000 circa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento