Questo sito contribuisce all'audience di

Giana Erminio-Pro Piacenza: 1-2, che colpo. Pagelle

Bello di notte. Il Pro torna a casa dalla trasferta di Gorgonzola con i primi tre punti della stagione. Una vittoria arrivata sotto la pioggia che non frena l’intensità di una partita dove il Pro ha dimostrato di saper giocare un ottimo calcio...

Giana Erminio-Pro Piacenza: 1-2, che colpo. Pagelle - 2
Bello di notte. Il Pro torna a casa dalla trasferta di Gorgonzola con i primi tre punti della stagione. Una vittoria arrivata sotto la pioggia che non frena l’intensità di una partita dove il Pro ha dimostrato di saper giocare un ottimo calcio. Nel primo tempo le emozioni sono riservate ai minuti finali, che si animano quando Bruno prima e Biraghi poi fanno tremare i legni della porta difesa da Fumagalli. Due legni in sessanta secondi, la fortuna apre un credito con il Pro. Nella ripresa i rossoneri partono con il piglio giusto e dopo cinque minuti Rantier trova il gol del vantaggio dopo il palo – terzo legno dell’incontro – colpito da Alessandro.
La squadra di Viali cresce con il passare dei minuti, confeziona azioni e macina buon gioco sorprendendo la Giana in contropiede. E’ proprio da un contropiede che nasce il raddoppio rossonero: Cristofoli allunga per Alessandro che si invola sulla destra, palla in mezzo e Ruffini che mette nel sacco. A nulla vale la rete a tempo scaduto di Salvatore Bruno: il Pro passa sul campo della Giana incamerando tre punti pesanti in vista del prossimo incontro con l’Alessandria.

FORMAZIONI – Per la trasferta di Gorgonzola un grande assente in casa Pro: Aspas non riesce a recuperare con Calandra prende il suo posto a metà campo. In panchina si rivede invece il numero 12 Bertozzi, pienamente ristabilito. Ancora una volta è 4-4-2 in casa Pro: Fumagalli in porta, difesa con Rieti e Ruffini terzini, Piana e Bini centrali. A centrocampo Maietti e Carrus insieme a Calandra e Rantier che vince il ballottaggio con Bignotti. In avanti Alessandro è la spalla di Cristofoli.
La Giana, che arriva dal pareggio contro la Reggiana, risponde con Paleari tra i pali. Difesa composta da Perico, Bonalumi, Montesano e Solerio. A centrocampo capitan Biraghi è sostenuto da Marotta, con Rossini e Augello sugli esterni. In avanti il nome che spicca è quello di Pasquale Bruno, attaccante che ha lasciato il segno in tutte le categorie, partito con la marcia giusta anche nella sua ultima avventura milanese. A fare da spalla al bomber napoletano c’è Cogliati.

AVVIO SOFT – Vincendo stasera i padroni di casa potrebbero raggiungere il secondo posto in solitaria in graduatoria, il Pro è invece a caccia del primo successo in campionato. Nel primo quarto d’ora le squadre si limitano a qualche schermaglia a metà campo. In attacco provano a farsi vedere Cogliati e Rantier ma senza troppo successo. Il primo tiro in porta arriva al ventesimo: azione sulla sinistra condotta da Solerio, traversone per Bruno che calcia trovando la respinta di Piana. Il pallone arriva a Rossini che dal limite dell’area calcia e trova i pugni di Fumagalli che in tuffo sventa la minaccia. La Giana Erminio prova a guadagnare metri ma la diga del Pro tiene botta con Alessandro che torna spesso a metà campo a prendere palla.

DUE LEGNI – Il primo squillo del Pro Piacenza arriva dopo qualche minuto con Biraghi che con un avventato passaggio orizzontale serve involontariamente Rantier. Il francese parte a testa bassa verso la porta difesa da Paleari ma strozza troppo il rasoterra che si spegne sul fondo senza conseguenze. I rossoneri sono in crescita e provano ad insistere con Alessandro e Cristofoli: i tentativi in avanti però si infrangono contro la ben organizzata difesa della Giana. Al minuto trentacinque Calandra sfonda sulla destra, passa a Maietti che prova la conclusione da fuori: la sfera sibila alla sinistra di Paleari. Il Pro cresce e ci prova anche nei minuti finali con una bella combinazione tra Rantier e Cristofoli: l’assistente dell’arbitro alza però la bandierina fermando il gioco. E’ però in pieno recupero che succede veramente di tutto: prima il palo di Bruno su cross dalla sinistra, poi la traversa che trema sulla botta da fuori di Biraghi. Un finale incandescente che si chiude al minuto 48 con le squadre ferme sullo 0-0.

GOL SBAGLIATO – Gol subito: è così che recita una delle tante leggi non scritte del mondo del pallone. Dopo i due legni colpiti dalla Giana nel finale del primo tempo arriva la rete del Pro Piacenza. Contropiede condotto sulla sinistra da Rantier, palla per Alessandro che calcia e colpisce – incredibile ma vero – il palo alla destra di Paleari. Sulla corta respinta si avventa il numero 7 francese che mette nel sacco. Pro Piacenza in vantaggio al cinquantunesimo minuto e primo gol in rossonero per Rantier.

UN BEL PRO – Dopo la rete del vantaggio del Pro la Giana torna a farsi rivedere in avanti. Il nuovo entrato Sanzeni riesce a girarsi bene sul limite dell’area e a sorprendere Rieti: la sua conclusione si infrange sulla respinta del solito Fumagalli. Su una successiva azione di contropiede condotta dall’onnipresente Rantier la sfera finisce sui piedi di Cristofoli che da due passi trova il petto di Paleari. La partita è accesa, intensa. Passano due minuti e Alessandro tira fuori dal cilindro un colpo sotto che chiama il numero uno della Giana al colpo di reni. Il pallone rimbalza in area e Rantier gira al volo trovando un’altra risposta del portiere di casa.

CHIUDE RUFFINI – Nei minuti finali il Pro mette in cascina il risultato nonostante i tre attaccanti schierati da mister Albè. Viali si gioca il primo cambio soltanto all’ottantacinquesimo quando Martinez rileva il match winner Rantier. Quando mancano pochi secondi allo scoccare del novantesimo Cristofoli architetta un’altra azione di contropiede servendo Alessandro sull’out di destra. L’attaccante mette la palla in mezzo dove arriva Ruffini che deposita in rete da due passi. L’arbitro concede ben cinque minuti di recupero e sotto la pioggia ormai diventata acquazzone è Bruno che trova il gol della bandiera con una botta secca dal vertice destro dell’area del Pro. La rete però non basta alla Giana: i rossoneri portano a casa i primi 3 punti della stagione dopo una partita in crescendo e la prima rete stagionale di Julien Rantier.
Nicolò Premoli

GIANA ERMINIO-PRO PIACENZA 1-2
(primo tempo 0-0)


GIANA ERMINIO: Paleari, Perico, Solerio, Marotta (52’ Sanzeni), Bonalumi, Montesano, Rossini (73’ Romanini), Biraghi (87’ Capano), Bruno, Cogliati, Augello. A disposizione: Sanchez, Sosio, Costa, Polenghi, Grauso, Greselin, Pinto, Perna, Brambilla. All.: Albè
PRO PIACENZA: Fumagalli, Rieti, Ruffini, Calandra, Piana, Bini, Rantier (85’ Martinez), Carrus, Cristofoli, Alessandro (91’ Lombardi), Maietti. A disposizione: Bertozzi, Cauz, Sall, Russo, Schiavini, Bignotti, Annarumma. All.: Viali
ARBITRO: Zanonato di Vicenza (assistenti: Zancanaro di Treviso e Bologna di Mantova)
RETI: 51’ Rantier, 89’ Ruffini, 95’ Bruno
NOTE: AMMONITI: Bonalumi, Biraghi (G), Alessandro, Ruffini, Calandra (PP); ANGOLI: 10-2 per la Giana; RECUPERO: 3‘ pt, 5’ st


LE PAGELLE DI NICOLO’ PREMOLI

FUMAGALLI 6,5 – Due parate non facili in una serata dove la sua porta trema per ben due volte sulle sassate di Bruno e Biraghi. Non può proprio nulla sul gol del numero 9 della Giana.

RIETI 6 – Rintuzza gli attacchi di Rossini sulla fascia di competenza. Nel finale cede alla fatica ed ai crampi dopo una prestazione senza sbavature.

PIANA 6 – Dopo aver preso le misure a Bruno concede pochi spazi all’attaccante napoletano.

BINI 6 – Il centrale rossonero disputa un’altra partita senza fronzoli costringendo gli avanti avversari a girare alla larga.

RUFFINI 7 – Il gol che chiude la partita è il coronamento di una prestazione pienamente sufficiente che non lo vede mai in difficoltà nel corso della partita.

CARRUS 6,5 – Tocca davvero un’infinità di palloni nel primo tempo dando il “la” alle azioni dei compagni. Cala nella ripresa.

MAIETTI 6,5 – Una conclusione di poco a lato nel primo tempo che sfila di poco fuori. Corre e pressa fino alla fine.

CALANDRA 6 – Non fa rimpiangere Aspas. Disputa una partita ordinata presidiando il centrocampo.

RANTIER 7,5 – Gioca a tutto campo sorprendendo per concretezza e continuità. Si concede anche qualche numero per ravvivare la serata del Pro e trova il primo gol della stagione (85’ MARTINEZ – SV)

ALESSANDRO 7 – Non segna ma fa di tutto per far segnare i compagni. Riesce nel suo intento allo scadere della ripresa quando il suo traversone è un invito perfetto per Ruffini (91’ LOMBARDI – SV)

CRISTOFOLI 6,5 – La sua occasione più ghiotta termina sul petto di Paleari. Non segna ma è presente in tutte le trame offensive rossonere.

VIALI 7 – Dopo due ottimi pareggi arriva la prima vittoria in campionato. Una vittoria costruita attraverso grande spirito di sacrificio e bel gioco: il suo Pro pare essere ormai maturo. E manca ancora Barba.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento