menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fotoservizio Piercarlo Ponginibbi-3

Fotoservizio Piercarlo Ponginibbi-3

Franzini: «Gran partita». Matteassi maestro, le pagelle

Vittoria netta del Pro Piacenza nella seconda giornata di campionato, la prima in casa, giocata allo stadio Garilli, che gli conferisce un sapore speciale e probabilmente dà a tutti una carica più grande. Voglia di vincere, pochissime sbavature e...

Vittoria netta del Pro Piacenza nella seconda giornata di campionato, la prima in casa, giocata allo stadio Garilli, che gli conferisce un sapore speciale e probabilmente dà a tutti una carica più grande. Voglia di vincere, pochissime sbavature e intesa perfetta tra i ragazzi di mister Franzini, capitanati dal maestro Luca Matteassi. Il buon gioco ripaga e la partita si chiude con il vantaggio di 3 – 0 per il Pro Piacenza.

FRANZINI – E’ un raggiante mister Franzini quello che si presenta in sala stampa. 180 minuti di campionato e due vittorie conquistate con prestazioni convincenti e autorevoli della squadra. «Siamo partiti forte con l’episodio su calcio d’angolo che ci ha spianato la strada, la partita si è incanalata subito per il verso giusto ma non è stato un caso visto il grande lavoro fatto con i ragazzi. Nel primo tempo loro hanno avuto solo due occasioni, per il resto l’abbiamo gestita bene. La squadra sta facendo molto bene sul profilo della personalità: è una squadra che soffre insieme quando è il momento di soffrire, speriamo continui così».
Due partite e ancora nessun gol al passivo, segno di grande solidità del reparto arretrato: «A parte i due episodi del primo tempo abbiamo sofferto il minimo indispensabile considerando che avevamo di fronte una squadra che aveva fatto molto bene nella prima giornata. Sul 2-0 viene naturale abbassarsi un po’: non è giusto ma con questo clima è importante anche gestire le forze. Stiamo facendo bene ma abbiamo margini di miglioramento a livello di tenuta difensiva».
Parole di elogio per il terzino Sane e i giocatori subentrati che non hanno per nulla demeritato: «considerando che Sane è il più giovane della compagnia non sta facendo per niente male. Ci sono apposta venti giocatori: dico sempre che contano molto quelli che sono fuori adesso, devono farsi trovare sempre pronti quando ci saranno infortuni e squalifiche».

ROBERTO ROSSI – L’allenatore del Forlì riserva un commento sull’avvio della partita che ha sconvolto lo scacchiere tattico: «I primi minuti della partita sono stati decisivi. Soprattuto nella seconda parte del primo tempo abbiamo cercato di creare qualche occasione mentre nel secondo tempo abbiamo faticato a trovare spazi. Avevamo preparato la partita cercando di giocarla come abbiamo fatto dopo i primi dieci minuti. Abbiamo avuto piu di un’occasione per far gol come nell’azione con il salvataggio di Castellana, abbiamo creato molte situazioni da cross pericolose. A parte i primi dieci minuti la squadra mi è piaciuta ma l’inerzia era tutta per il Pro Piacenza. Il Pro ha meritato la vittoria ma nelle situazioni create è stato parecchio cinico sfruttando al massimo le occasioni create. Oggi abbiamo trovato una giornata calda: in piccola percentuale anche questo ha contribuito».
Rossi ha speso parole di elogio nei confronti degli avversari: «mi ha fatto una buona impressione, è una squadra ordinata che pare giocare senza il fardello della penalità: per come è partita potrebbe diventare una cavalcata».
Una piccola chiosa finale è riservata all’arbitraggio forse troppo fiscale: «non era partita da così tante ammonizioni. L’espulsione di Fantini non ci stava: secondo me non era fallo. Anche gli arbitri devono entrare in clima campionato».


MATTEASSI – Protagonista assoluto della partita Matteassi è parso decisamente soddisfatto della prova della squadra. «Sto bene fisicamente e sto cercando di togliermi qualche altra soddisfazione. Quello che conta è che la squadra oggi abbia portato a casa 3 punti. Siamo partito molto forte chiudendo subito la partita, loro si sono alzati un po’ ma alla fine non abbiamo mai corso grossi pericoli».
Dopo anni il fantasista ritrova la Lega Pro, campionato molto diverso rispetto al passato. «E’ presto per giudicare la categoria. C’è stato qualche sprazzo di buon calcio ma dobbiamo cercare di vincere e fare punti. Come a Grosseto domenica scorsa c’è stato un momento in cui abbiamo sofferto. E’ un campionato in cui dobbiamo soffrire e lottare su ogni palla e dove ogni partita fa storia a sè ma alla fine contano i punti. Dobbiamo pensare a sacrificarci uno per l’altro; se giochiamo con questa voglia ci toglieremo soddisfazioni».
Nessun messaggio per Cristiano Lucarelli, allenatore della Pistoiese presente sugli spalti: « cercheremo di ottenere un buon risultato a Pistoia. Vogliamo fare del bene a noi stessi».
Nicolò Premoli

LE PAGELLE DI CATERINA BASSO

IALI (6.5): poche le occasioni che lo hanno impegnato nel primo tempo (sicuramente non lo hanno impensierito). Si fa trovare pronto con qualche bella parata nel secondo.

CASTELLANA (7,5): conferma l’esordio della scorsa settimana, ottima prestazione la sua, preciso nei passaggi, bravo nella chiusura degli spazi e nel portare avanti la palla. Non sbaglia ed è grazie al suo salvataggio sulla linea se la palla di Pettarin al 28’ non entra in rete.

SANE (6+): ha gamba e intuito ma non li esercita più di tanto durante la partita; nelle occasioni in cui ha la palla fa comunque la sua parte.

SILVA (6-): non emerge come dovrebbe, almeno in questo match in cui si rende poco visibile, soprattutto nel primo tempo. Ci saranno giornate migliori.

ALIBONI (6,5): buona prestazione, è preciso negli appoggi e spesso bravo nell’anticipare l’avversario. Ci si mette di grande impegno.

BINI (6,5): rompe il ghiaccio al 5’ pt insaccando di testa la palla in rete, ed è lui spesso ad essere protagonista nell’allontanare la palla quando il Forlì impegna l’area piacentina.

MATTEASSI (7,5): inizio di campionato scintillante quello del capitano, la sua esperienza fa da guida a tutta la squadra e fisicamente il periodo sembra ottimo. Conquista la punizione da cui esce il gol del 3-0 di Schiavini e serve l’assist a Caboni per segnare la seconda rete. Irrinunciabile presenza. Esce al 45’ st, entra MAZZOCCHI (sv).

SCHIAVINI (7): interpreta bene la partita, ci mette grande impegno e i suoi spunti sono interessanti. Segna un gran gol al 67': punizione su fallo a Matteassi, il portiere la respinge, Schiavini se ne impossessa segnando il terzo gol.

TORRI (5,5): giornata no, ci prova ma non ne esce del buono, sono diversi gli appoggi sbagliati che offrono la palla agli avversari, prestazione sotto la sufficienza. Esce al 73' entra SPEZIALE (sv).

CABONI (6,5): partecipa attivamente al gioco specialmente nella prima mezzora; al 12’ pt segna il raddoppio del Pro Piacenza su assist di Matteassi. Esce al 64' al suo posto entra RIETI (sv).

PORCINO (6): non lo si vede più di tanto durante la partita a parte qualche spunto che non va a buon fine. Complessivamente merita la sufficienza.


FRANZINI (7):
presenta una squadra ben organizzata in campo e soprattutto si dimostra capace di caricare mentalmente i ragazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento