Questo sito contribuisce all'audience di

Franzini: «Facciamo tutti il massimo». Le pagelle

La squadra che più aveva convinto sul piano del gioco si arena nel fango del Garilli. Al Pro bastano dieci minuti per mettere la partita sui binari giusti, nel finale è Alfonso a chiudere definitivamente la contesa. «Il segreto del successo...

Arnaldo Franzini-35
La squadra che più aveva convinto sul piano del gioco si arena nel fango del Garilli. Al Pro bastano dieci minuti per mettere la partita sui binari giusti, nel finale è Alfonso a chiudere definitivamente la contesa. «Il segreto del successo odierno – commenta mister Franzini – è stato quello di non aver fatto giocare una squadra che offre il calcio più bello nella categoria. La Reggiana quando trova il ritmo giusto è molto difficile da contenere ma siamo stati bravi a reggere calando solo nel finale». Il successo odierno passa anche per i guantoni di Alfonso, migliore in campo per i rossoneri. «E pensare che fino a qualche minuto prima della partita era in dubbio – racconta il mister – il nostro staff è stato in grado di rimetterlo in sesto in tempi record: questa società sta davvero facendo il massimo».

LE PAGELLE DI NICOLO’ PREMOLI

ALFONSO 9 – Le parate su Siega, Mignanelli e Messetti nella ripresa sembrano uscire da un film di fantascienza. Basterebbe questo per la palma di migliore in campo ma il portiere si supera sul rigore di Alessi. Semplicemente clamoroso.

RIETI 6,5 – Una progressione nel primo tempo che ha poca fortuna in una partita che il terzino legge bene nel suo complesso. Sulla sua fascia nessuno scossone, gli esterni girano al largo.

SALL 7,5 – Risolve una mischia trovando il gol dopo il palo di Bini e difende sempre con ordine. Abile anche in anticipo, praticamente insuperabile: la Reggiana dalle sue parti non passa.

BINI 7 – Prestazione convincente senza sbavature per il centrale rossonero. Se Ruopolo non è mai pericoloso il merito è anche suo. Peccato per il palo, ma ci pensa Sall a sistemare le cose.

CASTELLANA 6,5 – Sulla sua fascia non transitano pericoli, anzi. Si propone un paio di volte in profondità piazzando anche un cross che però non ha fortuna.

SILVA 6 – Ritorna a centrocampo rimettendo ordine fino dalle prime battute. Una prestazione pienamente sufficiente dopo le tante giornate spese in difesa.

PORCINO 6 – Rischia di combinarla grossa rinviando malamente sui piedi di Petkovic. Si propone qualche volta in avanti ma senza fortuna.

BARBA 6,5 – Pressa senza soluzione di continuità e si propone anche in fase offensiva. Il filtrante per Matteassi nel primo tempo dimostra che oltre alla quantità c’è grande qualità (92’ MARMIROLI SV).

MATTEASSI 6,5 – Cerca e trova la gamba di Mignanelli per il rigore del vantaggio. Nel finale l’arbitro gli fischia fallo e lo ammonisce nell’azione del rigore (decisamente dubbio). Diffidato, a Prato non ci sarà.

ALESSANDRO 6 – Trasforma con freddezza il rigore dell’1-0 e si propone con un paio di sgroppate sulla fascia. Il suo apporto però non è quello delle giornate di grazia (86’ SANE SV – Entra nel finale per alzare il muro difensivo).

SPEZIALE 6 – Corsa, pressing e grande movimento. Un po’ in ombra in fase offensiva (78’ GIOVIO SV – Ha dieci minuti a disposizione ma non riceve nessun pallone giocabile).

FRANZINI 7 – L’uno-due dei primi dieci minuti è frutto di un Pro che scende in campo senza paura. La sua squadra si sfilaccia solo nel finale dopo una prova maiuscola. Unico neo: a Prato dovrà fare a meno del capitano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento