menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega Pro - Follia a Taranto. Giocatori aggrediti con mazze e coltelli. L'AIC: «Fermiamo i campionati»

Blitz di trenta tifosi incappucciati, bersagliato anche l'ex portiere del Piacenza Roberto Maurantonio. Calcagno (Assocalciatori): «Parleremo con le 60 squadre di Lega Pro, serve un gesto forte. Oggi si è oltrepassato il limite»

Pomeriggio di follia a Taranto. Un manipolo di tifosi ha aggredito i giocatori del Taranto durante la seduta di allenamento con mazze e coltelli, dalle minacce si è passati ben presto alle vie di fatto picchiando i giocatori con schiaffi e pugni. I più bersagliati sono stati l’ex portiere del Piacenza Roberto Maurantonio, Stendardo e Altobello. Coinvolto anche il tecnico Ciullo che ha provato a fermare gli assalitori (una trentina tutti incappucciati). E pensare che nell’ultimo fine settimana tutte le partite di Lega Pro erano iniziate con 15’ di ritardo per solidarietà nei confronti dei giocatori di Ancona, Catanzaro e Matera, aggrediti dai propri sostenitori.

Ma i fatti di Taranto aprono una possibilità alla sospensione dei campionati di Lega Pro, a dirlo è lo stesso Umberto Calcagno, vice presidente dell’Assocalciatori, l’associazione che tutela i giocatori.
«Stiamo andando a verificare la situazione di persona - ha detto Calcagno intervistato da tuttolegapro - se fosse confermata l’aggressione con mazze e coltelli allora avremmo davvero passato il limite e quindi prenderemo le conseguenze del caso». A precisa domanda sulla possibilità di sospendere i campionati, Calcagno risponde così: «Certamente, parleremo con i rappresentanti delle 60 società di Lega Pro e poi decideremo, c’è bisogno di un gesto forte di tutto il sistema». Ipotesi quest’ultima stoppata - per il momento - dal presidente di Lega Gravina che attraverso il Corriere dello Sport fa sapere: «Gesto gravissimo ma non possiamo far pagare a tutti il gesto di pochi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento