menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Burzoni, presidente del Pro Piacenza

Burzoni, presidente del Pro Piacenza

Attesa per il tecnico del Pro, ma la società ha idee chiare

Tarda l’annuncio del nuovo allenatore del Pro Piacenza: per conoscere ufficialmente il nome di chi guiderà i rossoneri dalla panchina per la prossima stagione bisognerà attendere ancora. Il favorito numero uno doveva essere Fulvio Pea, nelle...

Tarda l’annuncio del nuovo allenatore del Pro Piacenza: per conoscere ufficialmente il nome di chi guiderà i rossoneri dalla panchina per la prossima stagione bisognerà attendere ancora. Il favorito numero uno doveva essere Fulvio Pea, nelle ultime ore però dato per certo alla guida del Modena dal sito specializzato tuttomercato.web, comunque la comunicazione della società non arriva. Inizialmente si era parlato dei primi giorni della settimana, poi la data era stata spostata a venerdì, adesso i vertici rossoneri fanno sapere che bisognerà aspettare ancora qualche giorno prima di alzare il sipario sulla nuova guida tecnica.

Chi pensa però che dietro al rinvio dell’annuncio si nascondano rallentamenti o problemi si sbaglia di grosso. La realtà è che il presidente Alberto Burzoni, appena nominato, sta lavorando con grande attenzione per creare un Pro Piacenza in grado ancora una volta di reggere l’urto della Serie C e la scelta dell’allenatore rappresenta ovviamente un nodo cruciale. Il massimo dirigente e tutti i suoi collaboratori hanno idee chiare e obiettivi ben precisi, come lo stesso numero uno ha dichiarato pochi giorni fa: «A questi livelli è fondamentale puntare sui giovani. Inutile spendere cifre folli come succedeva negli anni scorsi, bisogna investire sulle promesse e sviluppare un discorso tecnico ben preciso».
La direzione è tracciata e tutto il Pro Piacenza sta lavorando per tagliare il traguardo. Nelle prossime ore dovrebbe essere ufficializzata la data del raduno della squadra e oltretutto non bisogna dimenticare che il passo indietro dell’ex presidente Scorsetti e il saluto del direttore generale Tagliaferri stanno comunque costringendo i vertici rossoneri a un superlavoro non solo sul mercato ma anche in chiave di ricostruzione societaria. Insomma, gli impegni sono tanti, ma le idee molto chiare e per conoscere i nomi dei nuovi protagonisti in rossonero bisognerà solamente avere un po’ di pazienza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento