rotate-mobile
Eccellenza

Trasferta modenese per il Fiorenzuola

Sarà ancora un Fiorenzuola in emergenza quello che domenica affronterà la trasferta di Cavezzo, dove i rossoneri se la vedranno con il San Felice: Andrea Lucci sta migliorando, ma, nella migliore delle ipotesi, sarà recuperabile per la panchina...

Sarà ancora un Fiorenzuola in emergenza quello che domenica affronterà la trasferta di Cavezzo, dove i rossoneri se la vedranno con il San Felice: Andrea Lucci sta migliorando, ma, nella migliore delle ipotesi, sarà recuperabile per la panchina, mentre Cerati, come annunciato nei giorni scorsi, andrà sotto i ferri per la rottura dei legamenti del ginocchio infortunatosi a Noceto. Quella che, in effetti, pareva una rosa con più di un’alternativa per Alberto Mantelli, con gli infortuni di Lucci e Cerati e la cessione al Piacenza di Galli si sta in effetti riducendo ai minimi termini. Soprattutto se si considera che, nel giro di due settimane, il Fiorenzuola tra campionato e Coppa scenderà in campo cinque volte. Si inizia domenica (ore 15,30) con il San Felice, squadra accreditata alla vigilia della stagione per un campionato di vertice, ma che dopo le sconfitte rimediate con Sanmichelese e Pavullese si trova a metà classifica.

Alla vigilia della trasferta di Cavezzo il primo pensiero di Alberto Mantelli è per Simone Cerati: “Ci siamo rimasti tutti quanti davvero male, prima di tutto per il ragazzo, perché con lui abbiamo un legame speciale, e poi perché si tratta un grande giocatore. D’altro canto stiamo parlando di un ragazzo di carattere, che tornerà più forte di prima”.
Crede sia necessario a questo punto un ritorno della società sul mercato?
“Queste sono domande che vanno fatte ai dirigenti”.
Allora parliamo del San Felice.
“Nel Modenese il San Felice veniva considerata una delle favorite del girone. Se si guarda ai nomi, mi sembra addirittura forte della Sanmichese. Forse ha avuto qualche problema, però non possiamo certo farci condizionare dagli ultimi risultati”.
Il Fiorenzuola arriva da due gare convincenti per il risultato e per come si è espressa la squadra.
“Come allenatore ho l’obbligo di guardare alla partita che abbiamo perso, non alle quattro vinte. Sono convinto che possiamo crescere parecchio, sotto tanti aspetti, sperando che non si faccia più male nessuno”.
Considerando i tanti impegni ravvicinati, pensa di ricorrere al turn over?
“No, metterò, sempre in campo quella che, di volta in volta, riterrò la formazione più affidabile”.
In partenza Mantelli potrebbe puntare su Valizia tra i pali, Strozzi, Piva, Biolchi (o Fogliazza) e Barba in difesa, Petrelli, Sessi e Picchi in mediana, con Pizzelli a sostegno di Franchi e Silvestri, i due attaccanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferta modenese per il Fiorenzuola

SportPiacenza è in caricamento