Questo sito contribuisce all'audience di

La Folgore ammette l'errore con il Carpaneto: «Una svista grave»

A seguito del reclamo preannunciato dal Carpaento in merito alla gara di domenica fra i piacentini e la Folgore Rubiera, la società reggiana attraverso il sito internet ha ufficializzato la propria posizione, che riportiamo integralmente qui sotto...

Fabrizio Tagliavini, direttore sportivo della Folgore Rubiera
A seguito del reclamo preannunciato dal Carpaento in merito alla gara di domenica fra i piacentini e la Folgore Rubiera, la società reggiana attraverso il sito internet ha ufficializzato la propria posizione, che riportiamo integralmente qui sotto.

E’ il minuto numero 93 di Folgore Rubiera-Vigor Carpaneto, il big match di ieri che ha aperto il campionato di Eccellenza: una fiondata dal limite di Judmir Hoxha consegna ai nostri beniamini un meritato pari, ma i generosi sforzi della squadra e la prodezza dell’attaccante albanese rischiano di essere del tutto inutili. Infatti, i piacentini hanno annunciato di presentare formale reclamo in merito alla posizione irregolare del difensore Simone Blotta: l’ex Correggese avrebbe dovuto saltare il match, in virtù di una squalifica rimediata al termine della scorsa stagione agonistica. “In effetti credo proprio che sia stata una distrazione da parte nostra – ammette il direttore sportivo della Folgore Fabrizio Tagliavini – Sono cose che danno fastidio, ma d’altronde succedono anche in serie A…”.

“In effetti l’errore da parte nostra c’è stato – ammette il direttore sportivo Fabrizio Tagliavini – Si tratta di una svista purtroppo grave, ma non è il caso di gettare la croce addosso a qualcuno: sono sbagli che capitano anche in serie A, figuriamoci in Eccellenza… Ormai gestire le squalifiche è diventato un lavoro abbondante e certosino, che richiede precisione ferrea: a volte fin troppo. Comunque sia, Blotta aveva informato la nostra segreteria di questo turno di squalifica da scontare: qualcuno dei nostri impiegati gli ha detto di non preoccuparsi, perchè la squalifica maturata negli Juniores non avrebbe avuto valore. Purtroppo – evidenzia Tagliavini – la realtà è ben diversa e la Figc regionale è stata molto chiara in tal senso: l’efficacia dei provvedimenti disciplinari decretati in ambito Juniores si estende pure all’Eccellenza. L’unico cavillo a cui ci potremmo appellare è rappresentato dalla natura della competizione: si trattava infatti di un torneo, e non del campionato Juniores nazionale vero e proprio. Ad ogni modo, se il Giudice sportivo ci darà partita persa, non credo che vi saranno spazi per un contro-ricorso da parte nostra: dovremmo solo riporre ulteriore attenzione su questi aspetti burocratici e lavorare per vincere la partita successiva”.

“Tengo a sottolineare – sottolinea il diesse – di non avere alcun astio verso la Vigor Carpaneto: se la ragione sta dalla loro parte, è nel loro diritto avere partita vinta e accetteremo con serenità ogni decisione del Giudice. Tuttavia, più in generale, mi rattrista questo frequente ricorso alle carte bollate: infatti, questo non è affatto il primo caso nel mondo del calcio dilettantistico. Io resto convinto del fatto che i tre punti vadano conquistati essenzialmente, e primariamente sul campo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento