Questo sito contribuisce all'audience di

Fumasoli: trauma toracico. L'ira del Carpaneto

Quando un episodio fa più male di una sconfitta. In casa Vigor Carpaneto 1922, il primo ko stagionale contro la Folgore Rubiera (1-2) nel big match della prima giornata di ritorno viene accettato con serenità, riconoscendo il maggior merito degli...

Simone Fumasoli
Quando un episodio fa più male di una sconfitta. In casa Vigor Carpaneto 1922, il primo ko stagionale contro la Folgore Rubiera (1-2) nel big match della prima giornata di ritorno viene accettato con serenità, riconoscendo il maggior merito degli avversari reggiani, ma allo stesso tempo c’è il rammarico per l’amaro episodio che ha visto involontario protagonista il capitano Simone Fumasoli, sostituito a tre minuti dal termine dopo un violento colpo ricevuto durante un’azione di gioco. Uscito dal campo soccorso dai sanitari, è stato trasportato all’ospedale di Piacenza, dove sono stati riscontrati un trauma pneumotoracico e la rottura di tre costole, con successivo intervento al polmone per aspirare l’acqua. All’indomani, è lo stesso giocatore a ripercorrere l’episodio. “C’è stato un cross, il portiere ha afferrato la palla e poi mi è arrivata una gomitata forte in pieno petto da parte del loro numero 18 Agrillo. E’ stato un colpo molto violento e inaspettato, un qualcosa che nel calcio non esiste, anche perché fuori luogo non solo per la sua entità, ma anche nel contesto della partita, accesa, ma anche dove in campo c’era rispetto, favorito dalla conoscenza tra giocatori”. “Ora – aggiunge Fumasoli – devo rimanere qualche giorno all’ospedale, con i conseguenti disagi per la mia famiglia, poi dovrò aspettare la guarigione delle costole, quindi avrò circa un mese di stop. Se fosse accaduto in un contrasto di gioco lo avrei capito e accettato, ma così fa più male”.  

“Questo episodio – aggiunge il presidente della Vigor Carpaneto 1922 Giuseppe Rossetti – dispiace particolarmente, non solo per le conseguenze che interessano il nostro giocatore, ma anche e soprattutto perché esula dall’ottica dell’etica sportiva. Sia chiaro: non siamo a caccia di alibi per il risultato, perché il campo dice che la Folgore Rubiera ha meritato la vittoria e rispettiamo questo verdetto. Non condividiamo questo comportamento unitamente a quello in tribuna del ds Fabrizio Tagliavini, con cui abbiamo già avuto scontri verbali nei precedenti tra le due squadre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento