rotate-mobile
Eccellenza

Ecco come nasce il nuovo Fiorenzuola Calcio

Si aprirà ufficialmente mercoledì una nuova "era" per il Fiorenzuola Calcio, senza clamori o dichiarazioni gonfiate, all'insegna della serietà, del lavoro, della progettazione e della continuità nel tempo. Negli uffici della Siderpighi a Pontenure...

Si aprirà ufficialmente mercoledì una nuova "era" per il Fiorenzuola Calcio, senza clamori o dichiarazioni gonfiate, all'insegna della serietà, del lavoro, della progettazione e della continuità nel tempo. Negli uffici della Siderpighi a Pontenure i vertici del club rossonero - il secondo per importanza, bacino d'utenza e blasone nella nostra provincia - presenteranno un piano triennale («ma che punta a essere anche più lungo») incentrato sul miglioramento di un settore giovanile di per sé già eccellente e che avrà il suo naturale sbocco nel tentativo («le promesse non ci piacciono, preferiamo far parlare i fatti») di riportare la prima squadra in serie D in un futuro molto vicino. E per far questo il Fiorenzuola del presidente Luigi Pinalli parte da tre pietre angolari su cui iniziare a costruire un progetto che nelle idee esiste da un anno ma, mercoledì mattina, verrà messo nero su bianco. I punti fermi sono l'ingresso degli imprenditori Giovanni e Francesco Pighi nella proprietà della società, passando da sponsor a diretti protagonisti, il conseguente sviluppo del settore giovanile e la riconferma del tecnico Alberto Mantelli. Interessante - ma qui se ne saprà di più mercoledì - la volontà di riorganizzarsi dal punto di vista delle infrastrutture, niente stadio nuovo sia chiaro, ma verranno implementate e sviluppate le strutture già presenti.

«Confermo che la società è estremamente soddisfatta di come si è chiusa la stagione - ci spiega il vicepresidente Daniele Baldrighi - sia sul piano del settore giovanile, dove abbiamo ottenuto ottimi risultati, sia con la prima squadra. Qui l'obiettivo era di chiudere, con una delle formazioni più giovani del campionato, nelle prime cinque posizioni e alla fine siamo arrivati quarti a due soli punti dal Rolo che ha chiuso terzo. Per noi questo era l'anno zero, da mercoledì inizierà un'importante progetto triennale che ha come obiettivo quello di migliorarsi anno dopo anno con la prima squadra mentre il settore giovanile deve necessariamente diventare il serbatoio della società, per farlo dobbiamo lavorare sulla strutturazione della società e in questo senso va la nostra conferenza stampa di mercoledì. Mantelli? Dopo il lavoro fatto quest'anno con lui si è instaurata una positiva sinergia e sarà ancora dei nostri».

Parole sottolineate anche dal presidente Luigi Pinalli. «E' sotto gli occhi di tutti - dice il numero uno rossonero - come la prima squadra fosse una delle più giovani per età media dell'intero girone di Eccellenza e questo obiettivo è stato raggiunto anche grazie all'ottimo lavoro del tecnico Alberto Mantelli che è riconfermato. Adesso avviamo questo progetto triennale con l'obiettivo di migliorare il quarto posto, non promettiamo di vincere perché riuscirci non è mai facile né scontato, tuttavia il naturale sbocco del nostro piano è quello di riportare il Fiorenzuola nella sua categoria più consona, cioè la serie D».

Si vogliono fare la cose in grande e fatte - soprattutto - bene a Fiorenzuola e come detto prima tutto ciò deve necessariamente passare dal settore giovanile, fiore all'occhiello della società che verrà preso in dote dai fratelli Giovanni e Francesco Pighi, loro si occuperanno principalmente di questo passando dall'essere sponsor all'entrare direttamente in società. «La nostra intenzione di entrare nel calcio - spiega Francesco Pighi - l'avevamo già manifestata nella passata stagione interessandoci al Piacenza, poi quella vicenda è finita in un altro modo ma comunque è rimasta forte la volontà di fare qualcosa per il territorio. Abbiamo qui le aziende, siamo da sempre vicini alla 6 Giorni delle Rose e così c'è stata questa decisione di entrare nel Fiorenzuola per dare un aiuto soprattutto nel settore giovanile, la prima squadra compete ad altri. Ci prendiamo l'onere di avviare un progetto giovanile ambizioso a partire dalle scuole calcio». Per il resto non bisogna far altro che aspettare mercoledì mattina quando sarà presentato il progetto completo, ma intanto il Fiorenzuola ha già iniziato una corsa importante verso una ristrutturazione ambiziosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco come nasce il nuovo Fiorenzuola Calcio

SportPiacenza è in caricamento