Questo sito contribuisce all'audience di

Eccellenza: Fiorenzuola inarrestabile a Colorno

Grazie al pokerissimo di vittorie consecutive, il Fiorenzuola è riuscito a mantenere sei punti di vantaggio sul Lentigione secondo in graduatoria (leggi qui la classifica). Al 4-2 rossonero di Colorno (leggi qui il commento della partita) l’undici...

Beppe Casisa, autore di uno dei quattro gol dei rossoneri
Grazie al pokerissimo di vittorie consecutive, il Fiorenzuola è riuscito a mantenere sei punti di vantaggio sul Lentigione secondo in graduatoria (leggi qui la classifica). Al 4-2 rossonero di Colorno (leggi qui il commento della partita) l’undici reggiano ha risposto andando a vincere di misura a domicilio della Folgore Rubiera. Tutto invariato in classifica, ma anche a Colorno l’undici di Mantelli ha confermato di viaggiare a doppi giri rispetto a tutte le altre squadre del girone. Neppure la “trappolona” preparata dagli avversari e il loro vantaggio iniziale sono riusciti a fermare il prepotente passo di Piva e compagni. Con il campo in erba perfettamente agibile, il Colorno ha preferito dirottare la sfida con i rossoneri sul sintetico normalmente utilizzato per gli allenamenti: un sintetico ibrido, ricoperto di un terriccio che impediva al pallone di rimbalzare in modo regolare. Considerata la differenza di valori, la penultima in classifica le ha provate tutte per mettere i bastoni tra le ruote alla capolista. E dopo il gol firmato da Avila Walcott, un pensierino al colpaccio il Colorno lo avrà senz’altro fatto. A spegnere le illusioni dei padroni di casa ci hanno pensato prima Picchi alla mezzora del primo tempo e poi Casisa, che al ventesimo della ripresa ha firmato il sorpasso rossonero. Poi sono arrivate le reti di Franchi e Lucci a chiudere i conti.

“Il primo tempo giocato dai miei - spiega il tecnico rossonero Alberto Mantelli - è stato straordinario. Abbiamo pareggiato quasi subito e creato tante altre occasioni da rete. Poi nel secondo tempo è arrivato il 2-1 di Casisa e la reazione del Colorno”.
Che ha sbagliato un rigore e un’altra occasione per il 2-2.
“Voglio ricordare a tutti che anche il Colorno fa parte del campionato d’Eccellenza. E stiamo parlando di una squadra che non merita l’attuale classifica: dopo il nostro vantaggio, sfruttando anche le nostra difficoltà legate al terreno di gioco, i nostri avversari hanno iniziato a lanciare palloni nella nostra area e qualcosa abbiamo sofferto. Ma ci sta. Il rigore, poi, lo considero un infortunio: Petrelli è scivolato ed è andato a colpire Greci. Loro qualche problema ce lo hanno creato, ma alla fine il risultato parla chiaro”.
A Colorno ha riproposto per dieci undicesimi la stessa formazione di Spezzano. A questo punto si va avanti così?
“Ho la fortuna di poter scegliere ogni domenica tra un gruppo di ragazzi fantastici: ripeto che ci sarà spazio per tutti, anche per quelli che a Colorno non hanno giocato”.
Per Beppe Casisa a Colorno è arrivato il primo gol in rossoneri e i due assist per le reti di Franchi e Lucci: “Sono contento – spiega il centrocampista siciliano – sono in un buon momento e dopo l’assist che ha permesso a Franchi di segnare la rete decisiva con la Sanimichelese, a Colorno ho segnato e favorito altri due gol. Il mio gol lo voglio dedicare alla mia bimba, Nicole, che ha sei mesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento