Questo sito contribuisce all'audience di

Alberici: «Il Nibbiano&Valtidone non si nasconde. Squadra giovane per puntare in alto». VIDEO

Il presidente della società piacentina parla dei suoi ragazzi: siamo un gruppo competitivo, una formazione magari meno esperta dell'anno scorso ma dall'età media molto bassa

Valter Alberici, massimo dirigente del Nibbiano&Valtidone che domenica ha esordito pareggiando con la Bagnolese

Il Nibbiano&Valtidone non si nasconde. I dirigenti sanno di avere creato una formazione in grado di lottare al vertice del campionato di Eccellenza e il pareggio nella gara inaugurale contro la Bagnolese non preoccupa. Anzi, qualcuno si attacca anche alla cabala: lo scorso anno i piacentini partirono a mille per poi frenare nella fase discendente della stagione, un avvio a velocità “normale” non spaventa nessuno.

Presidente Valter Alberici, nei primi 90 minuti avete già capito le difficoltà che vi attendono in questo campionato.

«In realtà - spiega il numero uno del Nibbiano&Valtidone - lo sapevamo bene già dallo scorso anno. Il torneo è lungo e sarà molto equilibrato, abbiamo cercato di creare un gruppo competitivo, in grado di fare bene. Vedremo con il prosieguo delle gare che ruolo potremo recitare. Dodici mesi fa siamo partiti fortissimo per poi rallentare, adesso va bene anche se usciamo dai blocchi un po’ più lentamente per poi accelerare nella seconda fase».

Il gruppo è molto rinnovato rispetto all’ultima esperienza. Una scelta o un obbligo?

«Una scelta. Volevamo una squadra più giovane, magari anche più inesperta rispetto all’anno scorso, ma un gruppo con un’età media molto bassa. Con la Bagnolese abbiamo messo in campo due giocatori classe 1997, un ’98 e un ’99 e in rosa ci sono pochissimi ragazzi sopra i trent’anni».

Gli addetti ai lavori vi inseriscono nel gruppo delle favorite. E’ un ruolo che vi piace ed accettate o per il momento preferite partire a fari spenti?

«Noi non ci nascondiamo. Sappiamo che ci sarà un gruppetto di cinque-sei squadre destinato a rimanere al vertice fino alla fine e noi speriamo di essere fra queste. Poi toccherà al campionato dire chi andrà meglio nel momento decisivo».

Sulla carta quali dovrebbero essere le vostre avversarie?

«Sinceramente non le conosco tutte, mi dicono che le più forti sono Folgore Rubiera, arrivata secondo lo scorso anno, Rolo e Rosselli Mutina. Vedremo se saranno effettivamente loro le migliori»

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A VALTER ALBERICI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento