Dilettanti

Ziano - Valla: «Abbiamo coronato il nostro sogno, dopo 37 anni andiamo in Prima Categoria»

La società del presidente Pinuccio Crosignani, nata nel 1982, è sempre stata in Seconda. Ha vinto un campionato con numeri record: 65 punti, miglior attacco e miglior difesa. Lamberti è il re del gol con 30 marcature in 26 gare

E’ una Prima in tutti i sensi quella che lo Ziano ha conquistato ieri sul proprio campo. Da quando è nata la società del presidente Pinuccio Crosignani, nel 1982, sbarca in Prima Categoria per la “prima” volta. Un obiettivo accarezzato a ripetizione negli ultimi anni e finalmente centrato in una domenica piovosa in cui tutti si aspettavano lo spareggio con la Spes.
«E invece è successo che noi abbiamo vinto e loro no - dice il Team Manager, Mirco Valla, praticamente senza voce dopo i festeggiamenti di domenica sera - e la cosa è stata piuttosto inaspettata. Non avevamo organizzato nulla perché ci si aspettava una vittoria nostra e della Spes, tutti si stavano preparando a giocarsi la promozione nello spareggio».
Lo Ziano centra l’obiettivo fissato a giugno scorso, quando sulla panchina arrivò un tecnico importante come Giuseppe Stefanelli a sostituire la coppia Lommi-Rossi, un nuovo direttore sportivo, Alessandro Trevisan e giocatori importanti tra cui Lamberti e Rovida tanto per citarne due.

Avete vinto un girone davvero competitivo, sarete molto soddisfatti?
«Certamente la soddisfazione è tanta. L’anno scorso la Pontolliese Gazzola vinse con 51 punti un Girone A molto livellato, quest’anno la corsa è stata ultra competitiva e sono serviti 65 punti per andare in Prima. Noi, la Spes e il Vigolzone abbiamo fatto fatto un campionato davvero a parte».

Onore alla Spes che ha dato battaglia fino all’ultimo.
«Domenica volevamo vincere per chiudere comunque una stagione regolare da record, con la miglior difesa, il miglior attacco e con lo scontro diretto a nostro favore. Numeri che dovevano rimarcare l’ottima annata indipendentemente dal possibile spareggio, poi è andata meglio. La Spes ha trovato un campionato fantastico, sono rimasti lì attaccati a noi fino agli ultimi 90’ nonostante fosse una outsider. Il Vigolzone era l’altro grande favorito e me l’aspettavo, non mi aspettavo invece una Sarmatese così sottotono».

Vittoria frutto di un grande gruppo e una bella società?
«E’ un successo che va condiviso tra tutti, a partire dal ds Trevisan e il dg Maurizio Rossi, con i giocatori, con il mister e ovviamente il presidentissimo Pinuccio Crosignani. Della società nata 37 anni fa sono rimasti solo lui e mio padre. Il presidente finalmente ha compiuto il suo sogno, andare per in Prima Categoria. Questo, dopo quello di Terza, è il secondo campionato che vinciamo».

Se diciamo Lamberti?
«Rispondo che 30 gol in 26 partite sono qualcosa di eccezionale. Lui arrivava da un anno e mezzo piuttosto tribolato e ha deciso di rimettersi in gioco scegliendo la Seconda Categoria ma sarebbe un giocatore da Promozione. Si è calato nel gruppo con grande umiltà, non è facile stare in uno spogliatoio di Seconda sapendo che vali due categorie in più; eppure questa umiltà è alla base del suo segreto. Domenica contro la Turris è stato sostituito al 75’: tutti i compagni, gli spettatori e anche gli avversari lo hanno applaudito».

Pensate già alla Prima?
«Calma, adesso è il momento di godersi la vittoria poi il nostro ds Trevisan, che ha già fatto questa categoria come il nostro mister Stefanelli, si metterà al lavoro a partire da maggio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ziano - Valla: «Abbiamo coronato il nostro sogno, dopo 37 anni andiamo in Prima Categoria»

SportPiacenza è in caricamento