Dilettanti

Otto giornate di squalifica a un tecnico dell'Under 17. Ad Alseno (Terza categoria) volano due sedie in campo

Ancora pesanti stop comminati dal Giudice sportivo, quasi tutti legati al nuovo regolamento che ha inasprito le pene per offese agli arbitri

Altra settimana di superlavoro per il Giudice sportivo, che ha comminato sanzioni economiche alle società e parecchie giornate di squalifica ai calciatori delle squadre piacentine. Iniziamo dall’Under 17 provinciale con una maxisqualifica a Roberto Moroni, tecnico del San Polo, fermato per ben otto giornate “per aver reiterato, a fine gara, un comportamento irriguardoso e minaccioso nei confronti del direttore di gara e per averlo spintonato su una spalla”.

Passando all’Under 19 provinciale, stop di quattro gare effettive per due giocatori della Libertas San Corrado. Babacar Dieng è stato fermato perché “dopo una decisione del direttore di gara gli urlava in faccia espressioni irriguardose”, il suo compagno di squadra Andrea Palmieri perché “a fine partita si avvicinava all’arbitro e gli proferiva espressioni offensive”.

Da segnalare in Terza categoria l’ammenda di 100 euro all’Alseno calcio. “Al 40’ del secondo tempo, un tifoso della società Alseno, dopo un fischio del direttore di gara, scagliava due sedie in campo in segno di protesta. Il direttore di gara si vedeva costretto a sospendere il gioco per circa 5 minuti, per rimuovere dette sedie e per ristabilire l'ordine”.

Nei tornei regionali, quattro giornate di squalifica a un giocatore Under 17 del San Giuseppe “per aver rivolto frase ingiuriosa nei confronti dell'arbitro”. Stesso stop a un giocatore dell'Under 19 dell’Alsenese (minorenne), perché “espulso per comportamento non regolamentare, nell'uscire dal terreno di gioco rivolgeva frase ingiuriosa nei confronti dell'arbitro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto giornate di squalifica a un tecnico dell'Under 17. Ad Alseno (Terza categoria) volano due sedie in campo
SportPiacenza è in caricamento