Questo sito contribuisce all'audience di

Virtus Caorso, la squadra delle promozioni cala il poker e vola in Seconda con la politica degli "zero euro". FOTO e VIDEO

Dopo tre trionfi negli Amatori arriva anche il successo in Terza categoria, all'esordio fra i dilettanti. Il direttore sportivo Sperifero: «Nessuno guadagna niente, tutti giocano solo per passione»

Nella foto Galli, l'esultanza della Virtus Caorso domenica scorsa dopo aver ottenuto la promozione in Seconda categoria

Possiamo chiamarla la squadra delle promozioni. Quattro campionati e quattro successi consecutivi, ogni anno un passo avanti ma sempre vincenti. Dopo aver dominato nei tornei amatoriali dell’Uisp (un trionfo in Promozione, due in Eccellenza) la Virtus Caorso in estate aveva deciso di mettersi alla prova per la prima volta fra i dilettanti. «Volevamo alzare ulteriormente l’asticella per capire come ce la saremmo cavata» racconta il direttore sportivo Roberto Sperifero. I risultati dicono che meglio di così non poteva andare: trionfo da esordienti in Terza categoria con 15 vittorie in 18 gare giocate fino a questo momento, promozione in Seconda ottenuta con due giornate di anticipo e 8 punti di vantaggio sulle più dirette concorrenti.

«Siamo sempre stati in testa al campionato fin dalla prima giornata - spiega Sperifero - dopo aver vinto 2-1 con il San Polo in rimonta; da quel momento non abbiamo più abbandonato la vetta. Alla fine del girone di andata la sconfitta 4-0 con il Monticelli ci è servita da monito e infatti abbiamo subito messo in carniere cinque successi consecutivi; l’ultimo passo falso, arrivato con il Cadeo, non ha minato le nostre sicurezze»,

Così domenica sera a Caorso si è potuto festeggiare. Non solamente sul campo e negli spogliatoi, ma anche per le vie del paese, con fumogeni gialli, caroselli di auto e cori.

«Eravamo partiti per disputare una buona stagione, ma vincere il campionato con due giornate di anticipo non era nelle più rosee aspettative. La nostra arma in più? Abbiamo un grande gruppo e lo abbiamo dimostrato anche domenica scorsa: siamo stati sotto 1-0 fino all’80 poi abbiamo ribaltato il risultato. Tutti si sono messi a disposizione del tecnico, nei momenti di necessità alcuni giocatori si sono adattati in ruoli non loro e questa è stata la nostra forza. Abbiamo una rosa versatile e l’abbiamo sfruttata fino in fondo».

Un gruppo che ha radici solide nei ragazzi del paese (una decina) con gli “stranieri” che si sono integrati perfettamente e in breve tempo agli ordini della coppia Paolo Fermi-Andrea Santini. Il primo era il tecnico che ha iniziato l’avventura negli Amatori per poi passare lo scorso anno alla Sannazzarese lasciando il timone a Santini. Quest’anno la coppia si è riformata ed entrambi hanno contribuito in maniera determinante al successo della Virtus Caorso.

«Come abbiamo festeggiato? Prima negli spogliatoi, poi ci siamo divertiti con qualche carosello per il paese e in serata tutti al Village. Adesso stiamo pensando a qualcosa di un po’ più importante, ne parleremo appena smaltita la sbornia-promozione».

Intanto i dirigenti stanno già gettando le basi per il prossimo anno. «L’obiettivo è potenziare ulteriormente la squadra mantenendo la nostra politica degli “zero euro”. Nessuno da noi guadagna niente, tutti giocano per passione e vogliamo proseguire su questa strada che si è rivelata vincente. Punteremo anche a crescere da un punto di vista dirigenziale iniziando a pensare al settore giovanile».

La Seconda categoria è avvisata: la squadra delle promozioni non ha intenzione di rallentare.

GUARDA IL VIDEO DEI FESTEGGIAMENTI

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento