Sabato, 16 Ottobre 2021
Dilettanti

Verso Mantova-Fiorenzuola. Baldrighi: «Il loro attacco è micidiale ma noi abbiamo la forza del gruppo»

A pochi giorni dal big match contro la capolista il Team Manager fa il punto della situazione: «L'umore all'interno dello spogliatoio è ottimo, quella di domenica è stata solo una giornata storta. Dobbiamo giocare come sappiamo, cioè da squadra»

Scotto, Guccione, Altinier. Tre giocatori, 26 timbri in 11 gare e una media gol generale superiore alle 3 reti a partita. E’ senza dubbio l’attacco ciò che il Team Manager del Fiorenzuola, Luca Baldrighi (da anni anima dei rossoneri con la Nuova Caser), teme di più del Mantova. «Cosa gli toglierei? Difficile dirlo, il Mantova ha tanti punti di forza da temere ma senza dubbio l’attacco ha dei numeri incredibili, quei tre giocatori occupano le prime posizioni della classifica cannonieri e questa la dice lunga». Un attimo di pausa dopodiché Baldrighi mette le cose in chiaro: «Paura no, è un loro punto di forza, come ne abbiamo anche noi a partire dalla difesa ma, soprattutto, il nostro segreto deve essere il gruppo. Il Fiorenzuola non ha grandissime individualità ma ha un gruppo e uno spogliatoio incredibile, giochiamo da squadra e le partite vinte in rimonta dimostrano le nostre le qualità».
Mantova-Fiorenzuola (ore 14.30) è il big match della domenica e non solo perché la capolista ospita la seconda della classe, con una vittoria i virgiliani piazzerebbero un allungo importante in classifica, al contrario se i rossoneri dovessero centrare il blitz tutto sarebbe rimesso in discussione. Mantova che finora è imbattuto mentre il Fiorenzuola ha perso la sua prima partita domenica contro il Mezzolara.

«E’ stata semplicemente una giornata storta - prosegue Baldrighi - come ne capitano nel calcio, c’è poco da aggiungere. L’abbiamo cancellata subito dalla testa, ora abbiamo una partita bellissima da giocare su un campo storico, loro faranno grande pressione perché se vincono allungano e noi dovremo essere bravi ad affrontare la gara con la mente da libera dai pensieri. Non dobbiamo pensare troppo alle conseguenze della gara ma giocarla come sappiamo fare, da squadra, dopodiché come dico sempre io l’unico giudice sarà il campo».
Com’è l’umore nello spogliatoio a pochi giorni da un match così importante? «Bello, positivo e abbiamo lavorato proprio bene in settimana. Il Fiorenzuola è una squadra giovane e per molti dei nostri ragazzi una partita di questo spessore può essere una vetrina importante, perciò gli ho detto che devono giocarla al meglio senza farsi condizionare dall’ambiente o dal blasone dell’avversario mentre io ritroverò, un amico, mister Lucio Brando con cui l’anno scorso ci siamo tolti grandi soddisfazioni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Mantova-Fiorenzuola. Baldrighi: «Il loro attacco è micidiale ma noi abbiamo la forza del gruppo»

SportPiacenza è in caricamento