Questo sito contribuisce all'audience di

Valtarese-Fontana Audax: le bandiere esistono ancora

Ebbene si le bandiere nel mondo del calcio esistono ancora anche in ambito dilettantistico e domenica la partita tra Valtarese e Fontana Audax ne è la prova lampante. Questo perché i timonieri delle due squadre ovvero Gianmarco Bozzia e Giuseppe...

Valtarese-Fontana Audax: le bandiere esistono ancora - 1
Ebbene si le bandiere nel mondo del calcio esistono ancora anche in ambito dilettantistico e domenica la partita tra Valtarese e Fontana Audax ne è la prova lampante. Questo perché i timonieri delle due squadre ovvero Gianmarco Bozzia e Giuseppe Stefanelli hanno militato in passato come giocatori e capitani per vari anni nelle rispettive squadre che adesso si trovano ad allenare.
Il mister della Valtarese Gianmarco Bozzia è di Borgotaro ed ha indossato le maglie di squadre professioniste quali Piacenza, Sampdoria, Bologna e poi negli ultimi anni ha deciso di indossare la maglia della squadra del suo paese la Valtarese indossandone anche la fascia di capitano ottenendo ottimi risultati. Da quest’anno ha poi preso in mano il timone passando dal campo giocato a quello fuori in veste di allenatore per provare a raggiungere l’obiettivo della squadra parmense ovvero la salvezza con una squadra molto giovane.
Dall’altra parte invece mister Giuseppe Stefanelli ha militato anche lui in squadre professioniste fino ad arrivare poi negli ultimi anni di carriera quando ha deciso di vestire la maglia della squadra del suo paese il Fontana Audax diventandone anche il capitano per tutti gli anni giocati. È sempre stato lui il leader della squadra piacentina che è riuscita a salvarsi nel campionato di promozione. Al termine della carriera da giocatore ha intrapreso la strada da mister prima al Gotico Garibaldina e da quest’anno è tornato a casa nella veste di mister del Fontana con cui ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati: salvezza (con tre giornate di anticipo), vittoria in entrambi i derby di campionato con la Castellana e infine una serie di giovani del settore giovanile della squadra piacentina hanno debuttato e disputato un ottimo campionato in promozione con tutte le varie prospettive di crescita (da segnalare i varie Picca (94), Enrici (93), Meriggi (95), Adnani (93), Rossi (96), Russo (95), Picerni (94), Aksaay (97) e infine i due giovani attaccanti che oltre ad aver giocato hanno anche lasciato il segno in termini di gol ovvero Costantino (95) con 7 reti a segno e più di 20 partite giocate e Magnani (95) con 3 reti a segno e 3 partite da titolare più alcuni spezzoni). 
Domenica si troveranno quindi uno di fronte all’altro non più in campo come accaduto in passato ma in veste informale in panchina a dirigere le rispettive squadre. Tutto ciò alla fine testimonia come nel calcio le bandiere esistono ancora e voi ne siete la prova. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento