Questo sito contribuisce all'audience di

Ufficiale: il Carpaneto rinuncia alla Serie D. L'idea è quella di iscriversi in Eccellenza

Per "autoretrocedersi" di una categoria serve l'ok della Federcalcio è c'è tempo fino al 29 luglio. Rossetti: «Un paio di aiuti concreti sono arrivati, ma mancava ancora una cifra importante. Abbiamo sudato per la D, dispiace perdere questo titolo»

Il presidente del Carpaneto, Giuseppe Rossetti

datei_s-6La Vigor Carpaneto 1922 comunica di non aver presentato la domanda di iscrizione al campionato di serie D, i cui termini scadevano nel pomeriggio della giornata odierna (venerdì). Dopo un triennio ricco di soddisfazioni, la società piacentina del presidente Giuseppe Rossetti saluta a malincuore la quarta serie, annunciando l’ipotesi di partecipare al prossimo campionato di Eccellenza emiliano-romagnola.
L’estate travagliata della società biancazzurra, con le difficoltà economiche legate alla situazione Coronavirus, hanno suggerito al sodalizio di fare un passo indietro nel panorama calcistico per provare comunque a dare un futuro alla società.
“Mi prendo tutte le responsabilità del caso – commenta il presidente Rossetti – ringrazio il ds Marzio Merli che si è prodigato fino all’ultima ora e tutte le persone che credevano in questo miracolo. Fin dall’inizio avevo dichiarato che da solo quest’anno non mi sarei avventurato in questo percorso, cercando di coinvolgere altre persone nell’intento di salvare la serie D a Carpaneto. Un paio di aiuti concreti sono arrivati, ma mancava ancora una cifra importante. Abbiamo intavolato una trattativa con una cordata lombarda: io non avevo garanzie da parte loro pur riscontrando intenti positivi e concordi con i nostri e personalmente non me la sono sentita di rischiare. Mi prendo io tutta la responsabilità per l’esito anche perché è una pazzia perdere un titolo di serie D per cui abbiamo sudato tanto per ottenerlo e per difenderlo. Mi spiace, sono rammaricato per questo”.
E ora? “Vedremo se ci saranno i presupposti per l’Eccellenza: io per primo devo trovare certi stimoli, oltre a registrare la disponibilità di soggetti che danno una mano e anche tra squadra e staff, pur potendo contare su giovani importanti. La nostra volontà sarebbe questa, nei prossimi giorni tireremo le fila; anche perché fare la Promozione non avrebbe senso in un territorio comunale dove c’è una squadra (nella frazione di Chero) che gioca la Prima categoria con ambizioni di salto di categoria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento