menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Stecconi, tecnico del Vigolo (foto Galli-Spreafico)

Marco Stecconi, tecnico del Vigolo (foto Galli-Spreafico)

Stecconi (Vigolo): «In linea con le aspettative»

Ci sono partite che lasciano l’amaro in bocca, al di là del vincere o del perdere. Durante la settimana, ci si prepara con attenzione e volontà al fine di giocare una gara gagliarda, magari portando a casa il risultato. Sarebbe ipocrita non...

Ci sono partite che lasciano l’amaro in bocca, al di là del vincere o del perdere. Durante la settimana, ci si prepara con attenzione e volontà al fine di giocare una gara gagliarda, magari portando a casa il risultato. Sarebbe ipocrita non ammetterlo, quando si pratica attività agonistica. Poi, però, fai un lungo tragitto in pulman o con mezzi propri, ti concentri per la partita, cerchi di superare la tensione pre-gara e, ad un tratto, scopri, appena arrivato a domicilio della squadra avversaria, che tutto è stato inutile perché si andrà a giocare a botte, non a cercare la gioia di un gol. Situazioni ricorrenti, non certo sporadiche eccezioni. Mister Marco Stecconi, allenatore del Vigolo Marchese, ne sa qualcosa e, amareggiato, racconta concitato la ‘non partita’ di domenica scorsa contro il Bardi, disputatasi in terra parmense.

Mister Stecconi, la gara domenicale trascorsa è stata una battaglia, vinta di misura per uno a zero. Purtroppo, però, non è andato tutto liscio e l’ allegria per il bel risultato ottenuto, è stata un po’ smorzata.
“Partiamo dal piano calcistico. Chi c’era, può tranquillamente dire che la partita è stata dominata dalla mia squadra. Tirelli, il mio portiere, ha fatto un’unica bella parata al 95’, dopo che l’arbitro aveva assegnato sette minuti di recupero. Tra l’altro, è stato annullato un gol validissimo a favore nostro. Ciò che veramente mi ha lasciato interdetto, è stato l’ambiente che ci ha ospitato, fattore chiave che ha influenzato tutto l’andamento del match. I tifosi di casa hanno rumoreggiato tutto il tempo, dal primo all’ultimo minuto, e così facendo, secondo me, hanno condizionato l’operato del giovane arbitro. Questo, insultato e beccato in continuazione, oltre al gol non assegnato sopra citato, non ha sanzionato tre rigori evidenti causati dal Bardi, ha espulso un nostro giocatore per reazione ( Carlini n.d.c.) dopo che è stato atterrato in area da due avversari e uno dei due ha camminato sopra alla sua schiena e non è riuscito a placare la foga ingiustificata del Bardi nei minuti finali. Un clima molto pesante e intimidatorio sin dall’inizio: il nostro presidente è stato trattato malissimo già all’arrivo della squadra. In vent’anni non ho mai visto una situazione del genere, davvero. Insulti, grida, delirio: questo non è calcio. Comunque, la partita, se tale si può chiamare, l’abbiamo vinta senza se e senza ma, peccato per tutto il resto.”

Posto l’accento su questo spiacevole episodio, come giudica la stagione del suo Vigolo?
“Non siamo ancora al termine, tuttavia, in questo momento, si può affermare che siamo in linea con le aspettative iniziali. L’obiettivo definito dalla società, era quello di tenersi lontano dalle zone a rischio della classifica e lo stiamo portando avanti. Purtroppo di questi tempi, siamo abbastanza decimati a causa degli infortuni e non avendo una juniores come serbatoio, è poi difficile intervenire per cercare di colmare le assenze. Quest’anno il campionato di Prima Categoria è davvero tosto, caratterizzato da un ottimo livello. Affrontare squadre come l’Agazzanese, il Gotico, il Carpaneto richiederebbe sempre la formazione migliore. A proposito, là davanti, Centofanti e compagni meritano a pieno la loro posizione.”

La prossima gara, dopo il recupero giocato mercoledì contro la Valtidone, terminato uno a uno, sarà tra le mura amiche con la Borgonovese.

“La Borgonovese è una buona squadra. Mi dispiacerà, dopo il loro cambio di allenatore, non incontrare mister Zurlini, con il quale abbiamo condiviso la strada per sedere sulla panchina di un campo da calcio. Loro sono tosti, di certo verranno a Vigolo per giocarsela fino alla fine. Noi cercheremo di farci trovare pronti e al massimo delle nostre potenzialità.”
Alberto Rossi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento