Questo sito contribuisce all'audience di

Sporting Fiorenzuola - Il direttore sportivo Andrea Vardelli: «Stagione perfetta, risultato meritato»

Il ds dedica la vittoria del campionato al presidente Luigi Schenardi: «E' quello che ci credeva più di tutti dopo anni in cui la promozione è sempre sfumata all'ultimo istante. La volontà è quella di fare bene anche in Prima Categoria»

Il primo pensiero del direttore sportivo Andrea Vardelli è per il presidente Luigi Schenardi: «Questa vittoria la dedichiamo tutta a lui perché è stato il primo a crederci sempre e non solo quest’anno, sono ormai quattro stagioni che spingeva per ottenere questo risultato».
E’ stata una domenica di festa grande per lo Sporting Fiorenzuola che ha vinto il Girone B di Seconda con tre turni di anticipo - superando il Sissa e grazie al pareggio del Fontanellato a Cadeo - e finalmente ha centrato la promozione in Prima Categoria.
Diciamo finalmente perché lo Sporting programmava e cercava questo risultato da anni. «Beh, lo diceva anche la maglia dei festeggiamenti - dice ridendo Vardelli - “Dopo anni in folle rimettiamo la Prima” che racchiude gli sforzi fatti ultimamente, erano quattro stagioni che arrivavamo fino in fondo ai playoff e poi perdevamo l’ultimo appuntamento. Finalmente ce l’abbiamo fatta».

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Domanda facile facile: il presidente era il più felice? «Ovviamente sì e la dedichiamo tutta a lui questa vittoria. Come ho detto prima non ha mai abbassato la guardia ed è stato ripagando, c’è grande soddisfazione e sicuramente daremo il massimo per fare bene in Prima Categoria, la volontà è questa ma per parlare in modo più approfondito del futuro c’è tutto il tempo. Ora pensiamo a chiudere bene il campionato». E poi c’è la squadra: «Maggior numero di successi, al momento abbiamo il miglior attacco e la miglior difesa, insomma, i numeri dicono che è stata una vittoria ampiamente meritata e i ragazzi sono stati splendidi perché sono rimasti sul pezzo in ogni frangente della stagione, i vecchi hanno fatto gruppo e i nuovi hanno dato l’apporto sperato in estate. Abbiamo capito che potevamo mettere le mani sul campionato dopo il successo contro la LibertaSpes, noi arrivavamo dalla sconfitta, tra l’altro immeritata e casuale, contro il Fontanellato. Quel ko poteva minare le nostre certezze e, invece, abbiamo reagito subito in uno scontro diretto».

Meriti? «Fare dei nomi non mi va perché è stata una vittoria ottenuta con il supporto di tutti. Come ho detto prima il gruppo vecchio ha tirato fuori quello che valeva e poi l’attacco ha girato alla perfezione: Seletti ad esempio è in testa alla classifica cannonieri che ha vinto anche nella passata stagione, ci sono Bayire, Madi e Uttini che ci ha dato una grossa mano nella seconda parte della stagione. Il centrocampo è di assoluta qualità in tutti gli elementi, dietro Diagne e Cortellini hanno fatto la differenza. Bravi tutti, dal primo all’ultimo
E infine c’è il mister, Fittavolini. «Ha guidato la macchina a una stagione praticamente perfetta - chiude Vardelli - ha saputo tenere il gruppo sulla corda fin da settembre e ne è uscita un’annata splendida. E’ un ottimo allenatore, giovane e di polso».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia, Trapani-Piacenza 3-1: Cacia non basta, doppio Evacuo e Nzola ribaltano la sfida

  • Il Piacenza perde ancora a Trapani (3-1) ed esce dalla Coppa Italia: non basta il vantaggio firmato Cacia

  • Piacenza - La difesa è da registrare ma si vedono sprazzi interessanti di gioco. Il punto

  • Il Piacenza saluta la Coppa. Franzini: «Non abbiamo sfruttato le occasioni nel primo tempo»

  • La prima rete di Bruno regala il successo al Carpaneto

  • Piacenza - Domenica pomeriggio amichevole al Bertocchi contro la Pro Vercelli

Torna su
SportPiacenza è in caricamento