menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D - Un Carpaneto in gran forma cerca punti nella tana del Ciliverghe

Domenica alle 14,30 a Molinetto di Mazzano la squadra di Rossini, quinta in classifica e reduce dalla vittoria contro il Fanfulla – sfida i bresciani, penultimi con il Lentigione.

Continuare a stupire e confermare i progressi che hanno portato in alto. Con questo spirito, domenica la Vigor Carpaneto 1922 sarà di scena a Molinetto di Mazzano (Brescia) ospite del Ciliverghe nella dodicesima giornata d’andata del girone D di serie D con fischio d’inizio alle 14,30.
La formazione di Stefano Rossini giunge all’appuntamento sette giorni dopo l’impresa casalinga contro il Fanfulla, con la vittoria per 3-2 al termine di una partita altamente spettacolare che ha regalato il quinto successo stagionale ai biancazzurri, ora quinti in classifica e a due lunghezze dal secondo posto in una classifica molto corta nella prima metà, fatta eccezione per la capolista Modena F.C. 2018.
L’acuto contro i lodigiani dell’ex Andrea Ciceri ha anche allungato la lunga striscia positiva della Vigor, approdata in doppia cifra con dieci risultati utili consecutivi equamente suddivisi tra vittorie e pareggi. Il tutto condito da un bel calcio, funzionale alle caratteristiche della rosa e con un’identità ben precisa di squadra.
Nello sport e nel calcio, però, ogni volta che si scende in campo bisogna mettere tutto in discussione e così per il Carpaneto ci sarà un nuovo esame, questa volta contro un avversario in difficoltà in classifica e quindi affamato di punti per riscattarsi.

“Il Ciliverghe – avverte il tecnico biancazzurro Stefano Rossini – è una formazione in difficoltà in termini di risultati, ma è una squadra che è stata costruita non certo per essere in quella posizione di graduatoria (penultimo posto con il Lentigione, ndc), bensì fatta con ambizioni. Sono convinto che alla lunga i valori escano e la squadra bresciana ne ha di grandi, con giocatori molto importanti per esperienza e qualità”. Quindi aggiunge. “Contro il Fanfulla i ragazzi sono stati bravi, anche perché abbiamo cambiato modulo (dal 4-3-3 al 3-5-2, ndc) lavorandoci su poco dopo il turno infrasettimanale. Questo ci consente di cambiare e rappresenta un’opportunità in più. Questo gruppo disponibile, con voglia di fare, mi permette di operare in questo modo; è vero che cambiano le uscite, ma se si ragiona su principi consolidati è più facile cambiare modulo all’occorrenza”.
Rispetto a domenica scorsa, la Vigor perde due elementi, entrambi in quota giovani: il centrocampista Giacomo Rossi (1999) sconterà un turno di squalifica per raggiunto limite di ammonizioni, mentre il difensore Matteo Rossini (1998) è uscito per infortunio contro il Fanfulla. Gli accertamenti strumentali hanno evidenziato un’elongazione del bicipite femorale sinistro, con uno stop di circa due settimane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento