menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D - Il Carpaneto accarezza l'impresa al Mapei: Rantier sblocca ma la Reggiana pareggia con un autogol

Piacentini che reggono bene e nella ripresa trovano il vantaggio con Rantier, ma vengono beffati da un'autorete di Mastrototaro. Termina 1-1. Ottimo punto per la squadra di Rossini.

Una domenica da favola e da applausi. Nella suggestiva cornice di uno stadio di serie A come il Mapei Stadium-Città del Tricolore, la Vigor Carpaneto 1922 ferma sul pareggio la corazzata Reggio Audace (1-1)  nell’ottava giornata del girone di serie D. Davanti a 4000 spettatori, la squadra di Stefano Rossini non si è fatta intimorire e ha giocato una gara di personalità, non tradendo la vocazione costruttiva nel gioco e mostrando al contempo anche una solidità difensiva già apprezzata in questo primo scorcio di campionato. Così, al triplice fischio è arrivato il settimo risultato utile consecutivo, rappresentando anche il quarto pareggio stagionale dei biancazzurri. Un risultato di prestigio, che alimenta classifica, morale e autostima di una squadra, la Vigor, che sta rafforzando sempre più la propria identità collettiva, ben figurando nella sua seconda stagione in serie D.  Il match si è deciso tutto nella ripresa, con il vantaggio al 70’ di Rantier che aveva fatto fiutare il colpo da novanta, mentre otto minuti dopo una sfortunata deviazione di Mastrototaro sul tiro di Belfasti ha regalato il pareggio ai granata. Per la Vigor, prossimo impegno contro i bolognesi dell’Axys Zola.

LA PARTITA – La Reggio Audace vuole riscattare il ko di Pavia  e  capitalizzare al meglio “l’effetto-Mapei”, dove finora non ha mai perso. La Vigor, invece, promette scintille, forte dell’ottimo periodo con tre vittorie e altrettanti pareggi nelle ultime sei partite. Nel dna del Carpaneto non esistono barricate e così la squadra di Rossini vuole giocarsela a viso aperto, costruendo gioco e proponendo il proprio calcio. 
Rozzio (precedentemente pericoloso in incornata) deve spendere un fallo di ammonizione per fermare Rantier lanciato verso la porta di Narduzzo. La squadra di Antonioli ci prova da fuori con Staiti (conclusione a lato), ma la Reggio Audace deve sempre tenere alta l’attenzione per domare una Vigor di qualità; la riprova sono le due chiusure difensive di Cigagna, mentre nel finale Vagge fa buona guardia sulla potente conclusione di Piccinini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento