menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D - Il Carpaneto ospita il Calvina e vuole salutare il proprio pubblico con una vittoria

Domenica alle 15 al “San Lazzaro” i biancazzurri piacentini – settimi -  affrontano i bresciani, a caccia di punti-salvezza. La guida al match

Ultimo appuntamento casalingo e penultimo match stagionale di regular season per la Vigor Carpaneto 1922, che si congeda dal pubblico amico del “San Lazzaro” sfidando il Calvina nel match in programma domenica alle 15 e valido come penultimo turno del girone D di serie D.
Dopo la sosta pasquale, la formazione di Marco Veronese torna in campo, reduce dal derby pareggiato a domicilio del Fiorenzuola (1-1).  In classifica, i biancazzurri occupano il settimo posto, a -5 dai play off quando in palio ci sono ancora sei punti. Un obiettivo supplementare (dopo quello primario e fondamentale della salvezza diretta, raggiunta con largo anticipo) difficile, anche se la Vigor affronterà i restanti impegni con lo spirito di sempre: dare il massimo ogni volta che si scende in campo. Si è visto ampiamente nel derby piacentino, ben interpretato dal Carpaneto, vicino alla sua prima vittoria nello scontro tutto provinciale, con Fogliazza e soci che hanno sempre onorato la maglia nel secondo torneo di serie D della storia.
“Ci aspettiamo – spiega Veronese – un avversario molto motivato, essendo in lotta per evitare i play out; il Calvina ha alcuni giocatori che conosco, come per esempio Jadid, Serafini e Sorbo. Noi andiamo avanti sul cammino percorso fin qui; in palio ci sono ancora sei punti e i nostri stimoli sono uguali, come è giusto che sia. In ogni partita lottiamo per fare il meglio possibile, poi al triplice fischio di Pavia vedremo a che punto saremo arrivati. Per quanto riguarda gli indisponibili, devo valutare alcune influenze”.

L’AVVERSARIO – Il Calvina Sport è una matricola bresciana che condivide il sest’ultimo posto con le bolognesi Axys Zola e Mezzolara a quota 35 ed è in piena lotta per conquistare la salvezza. Tra le individualità spiccano per esempio gli attaccanti Matteo Serafini e Matteo Triglia.
Il primo, classe 1978, ha militato anche in serie A con Siena ed Empoli, mentre dalle nostre parti è conosciuto per aver giocato in serie B con il Piacenza (seconda parte della stagione 2007-2008). Per gli appassionati di calcio, il suo nome resta impresso per la tripletta con la maglia del Brescia ai danni della Juventus nell’anno di serie B dei bianconeri. Triglia (classe 1988), invece, è il bomber della squadra con dodici reti all’attivo.
A presentare la partita è il direttore generale Stefano Tosoni. “A differenza della Vigor – spiega Tosoni – siamo ancora in un periodo di tensione. La grande vittoria contro la Pergolettese ci ha avvicinati all’obiettivo, ma non è ancora conquistato. Ci aspetta una finale e dovremo riuscire a dare qualcosa in più. Il Carpaneto? L’amico Roberto Sandrini mi ha sempre parlato bene di una realtà che ha caratteristiche e storia simili a noi, arrivando in pochi anni ai piedi del professionismo e rappresentando per noi quasi un esempio”. Il Calvina Sport sarà al completo al “San Lazzaro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento